FLC CGIL
Contro la regionalizzazione del sistema di istruzione fima anche tu

http://www.flcgil.it/@3914307
Home » Scuola » Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie 2014/2015: integrazioni al Ccni

Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie 2014/2015: integrazioni al Ccni

Siglata l’intesa su CPIA, utilizzo docenti DOS e rientro dai distacchi sindacali.

30/07/2014
Decrease text size Increase  text size
Vai agli allegati

E’ stata siglata il 30 luglio 2014 la preintesa che integra il contratto integrativo sulle utilizzazioni e le assegnazioni provvisorie, di cui avevamo dato notizia nei giorni scorsi.

L’integrazione riguarda:

Attivazione dei CPIA
  • i docenti che chiedono l’utilizzazione (tra le altre) anche nei CTP, la stessa è da intendersi valida anche nei casi in cui gli stessi siano trasformati in CPIA;
  • che tutti i DSGA interessati a prestare servizio nei posti attivati in organico di fatto (e dunque non solo i perdenti posto trasferiti a domanda condizionata o chi è in esubero, come prevede il testo attuale) possano chiedere, se interessati, di essere utilizzati nei nuovi CPIA se destinatari di posto in organico;
  • possibilità per tutti i soprannumerari di essere utilizzati “anche” nei CPIA.

Ovviamente tutte le operazioni in organico di diritto (con relativa acquisizione della titolarità nei CPIA) sono rinviate alla mobilità del prossimo anno 2015-16.

Utilizzazione dei docenti titolari DOS

Vista l’unificazione per legge delle 4 aree ai fini della mobilità, visto l’art. 30 del Ccni sulla mobilità modificato con successiva sequenza del 7 aprile 2014 e fermo restando l’accantonamento del 50% dei posti + il dispari per le immissioni in ruolo che, come noto, saranno ancora per aree distinte, nel contratto si dovrà prevedere che anche le utilizzazioni si possano fare su area unica. Ovviamente vanno salvaguardati sempre i posti accantonati, e suddivisi per aree, per le immissioni in ruolo, compresi i resti della mobilità.

Rientro dai distacchi e aspettative sindacali

E’ prevista la possibilità di utilizzazione del personale (docente o Ata) distaccato o in aspettativa sindacale che dovrà rientrare in servizio a scuola al primo settembre prossimo in base a quanto disposto dal Dl 90 del 24 giungo 2014.

Visto, come noto, il taglio del 50% dei distacchi e dei permessi sindacali e visto che il tutto è stato imposto d’imperio in estate (senza dare a nessuno neanche la possibilità di “riorganizzarsi” in relazione alle diverse sedi di impegno sindacale, rispetto alla sede di titolarità a scuola), le parti ritengono che si debba consentire al personale docente e Ata coinvolto di poter chiedere l’utilizzo anche presso scuole della provincia, dove si è espletato l’incarico sindacale nell’a.s. 2013-2014. Ovviamente senza alcuna precedenza rispetto alle altre domande di utilizzo ed in coda alle altre precedenze già esistenti (quali ad esempio quella per gli ex perdenti posto che chiedono di rientrare, per la L. 104, per la lavoratrice madre, ecc…).

Servizi e comunicazioni

Filo diretto sul contratto
Filo diretto rinnovo contratto di lavoro
Ora e sempre esperienza!
Scuola: principali approfondimenti
Mobilità scuola 2018/2019
Testo Unico su salute e sicurezza integrato e aggiornato
Filo diretto sul contratto
Le funzioni nel consiglio di classe
Ricostruzione di carriera
Come si convocano i supplenti
Link utili
Logo MIUR
Logo MEF
Logo NOIPA
Logo INPS
Logo Fondo ESPERO
Logo EBINFOP
Seguici su facebook