FLC CGIL
Contro la regionalizzazione del sistema di istruzione fima anche tu

http://www.flcgil.it/@3819323
Home » Scuola » Finanziamenti regionali per l'ampliamento dell'offerta formativa

Finanziamenti regionali per l'ampliamento dell'offerta formativa

Il Miur ha pubblicato il 6 agosto 2002 la circolare n.93 che definisce i finanziamenti regionali per l'ampliamento dell'offerta formativa

06/08/2002
Decrease text size Increase  text size

Il Miur ha pubblicato il 6 agosto 2002 la circolare n.93 che definisce i finanziamenti regionali per l'ampliamento dell'offerta formativa. Si tratta quindi delle risorse derivanti dalla L.440/97 e della loro ripartizione sugli obiettivi definiti nella Direttiva n. 53 del 15 maggio 2002, registrata alla Corte dei Conti in data 11 giugno 2002.

Paradossalmente il MIUR non pubblica da nessuna parte la Direttiva 53 su cui dovrebbe basarsi la circolare e nessuno potrà verificare la rispondenza agli obiettivi citati. Anzi, come potrete verificare dal sito internet del MIUR l'itertesto è stato realizzato sulla Legge 440, che è del 1997 e non sulla Direttiva annuale 2002. Straordinario come la cultura dell'informazione che caratterizza il Governo sia stata acquisita dalla burocrazia ministeriale!

Nel merito la circolare n. 93 finanzia i seguenti obiettivi:

-
ampliamento dell'offerta formativa nel nuovo quadro dell'autonomia, formazione e aggiornamento per il personale della scuola; sviluppo dell'insegnamento dell'inglese, con particolare riguardo alla prosecuzione dei gruppi didattici avviati con il Progetto Lingue 2000, innalzamento del livello di scolarità e del tasso di successo scolastico

- iniziative volte al potenziamento ed alla qualificazione dell'offerta di integrazione scolastica degli alunni in situazione di handicap,

- interventi perequativi diretti al sostegno delle attività riferite all'area di professionalizzazione degli istituti professionali;

- interventi da realizzare nel quadro della collaborazione istituzionale con le Regioni e gli Enti locali negli ambiti dell'obbligo formativo, dell'istruzione e della formazione tecnica superiore, nonché dell'educazione permanente degli adulti.

Le risorse sono così ripartite:

139.081.842 euro per l'ampliamento dell'offerta formativa

10.986.454 euro per gli interventi di potenziamento e di qualificazione dell'offerta formativa, di integrazione scolastica degli alunni in situazione di handicap

20.193.598 euro per gli interventi perequativi diretti al sostegno delle attività riferite all'area di professionalizzazione degli istituti professionali;

61.510.018 euro per gli interventi negli ambiti dell'obbligo formativo, dell'istruzione e della formazione tecnica superiore, nonché dell'educazione permanente degli adulti.

15.490.000 euro destinati alle iniziative di aggiornamento e formazione in servizio progettate e attuate dalle scuole

Le somme sono assegnate agli Uffici scolastici regionali che li ripartiranno alle scuole per un terzo in parti uguali per ogni istituto, un terzo in misura proporzionale alle dimensioni delle istituzioni scolastiche medesime e un terzo in proporzione al numero degli alunni.

Le Direzioni regionali devono (!) dedurre dagli importi loro assegnati il 20% per la prosecuzione dei gruppi didattici attivati con il Progetto Lingue 2000 e sino ad un 15% al massimo per le iniziative di formazione e aggiornamento del personale scolastico.

Servizi e comunicazioni

Filo diretto sul contratto
Filo diretto rinnovo contratto di lavoro
Ora e sempre esperienza!
Scuola: principali approfondimenti
Mobilità scuola 2018/2019
Testo Unico su salute e sicurezza integrato e aggiornato
Filo diretto sul contratto
Le funzioni nel consiglio di classe
Ricostruzione di carriera
Come si convocano i supplenti
Link utili
Logo MIUR
Logo MEF
Logo NOIPA
Logo INPS
Logo Fondo ESPERO
Logo EBINFOP
Seguici su facebook