FLC CGIL
http://www.flcgil.it/@3935697
Home » Ricerca » Rilanciamo la Ricerca, superiamo il precariato, rinnoviamo il contratto. I lavori dell'assemblea nazionale degli Enti di Ricerca

Rilanciamo la Ricerca, superiamo il precariato, rinnoviamo il contratto. I lavori dell'assemblea nazionale degli Enti di Ricerca

Prosegue il lavoro su delega Madia per gli enti di ricerca e legge di bilancio 2017.

10/11/2016
Decrease text size Increase  text size

Pubblichiamo l’ordine del giorno approvato dall'assemblea molto partecipata svolta lo scorso lunedì 7 novembre al Cnr mentre prosegue con assemblee e momenti di discussione il lavoro per modificare i contenuti della legge delega sugli enti di ricerca e della legge di bilancio 2017.

Anche i pareri finali delle commissioni competenti di Camera (da pag.99) e Senato, riguardo all’art. 13 del D.Lgs 124/15, oltre quello del Consiglio di Stato già segnalato, hanno recepito molto della analisi e degli emendamenti proposti dalla FLC CGIL. Fondamentale nelle prossime settimane sarà tenere alta l’attenzione e la discussione pubblica su questo tema e spingere affinché Palazzo Chigi recepisca le modifiche avanzate allo schema di decreto in fase di approvazione finale.

Le critiche e i commenti della FLC CGIL alla legge di bilancio 2017 avevano lo scopo di aprire la discussione sull’urgenza di operare modifiche importanti. Nelle prossime ore pubblicheremo i nostri emendamenti al testo.

Di seguito il testo dell'ordine del giorno.
_____________________________________________________________________________________________________________________________________

"RILANCIAMO LA RICERCA, SUPERIAMO IL PRECARIATO, RINNOVIAMO IL CONTRATTO"

L'assemblea fortemente partecipata dei lavoratori e delle lavoratrici degli enti di ricerca, convocata da FLC CGIL, CISL FIR  E UIL RUA  il 7 novembre 2016 presso il CNR, dopo ampia discussione:

  • rivendica il ruolo centrale degli Enti e del Personale della Ricerca Pubblica al servizio dello sviluppo del Paese;
  • condivide il progetto sindacale della definizione di una "governance della ricerca" unica per tutti gli Enti, sia vigilati che non vigilati dal MIUR, per consentire una vera messa a sistema di conoscenze e risorse e consentire agli enti di esercitare il ruolo di motori dello sviluppo nell'interesse del Paese.
  • ritiene indispensabile che per gli EPR sia avviata una stagione straordinaria di reclutamento, che consenta la stabilizzazione dei precari i quali svolgono un ruolo fondamentale ai fini dell’assolvimento dei compiti istituzionali degli Enti. In attesa di completare il percorso di stabilizzazione vanno prorogati i contratti del personale precario.
  • ritiene indispensabile che, nell’approvazione della Legge di Stabilità, sia garantita l’erogazione di finanziamenti certi ed adeguati a tutti gli enti, tale da consentire così un riequilibrio tra i costi del personale e il budget disponibile, sbilanciato nel rapporto a causa dei tagli intervenuti nel tempo;
  • ritiene inderogabile garantire che il rinnovo del CCNL confermi l’unitarietà del Settore e valorizzi la peculiarità degli EPR. E’ necessario prevedere un incremento dei fondi FFO, tale da coprire gli incrementi tabellari per garantire sia lavoratori che le istituzioni. E' fondamentale la modifica della legge "Brunetta" 150/09;
  • ritiene necessario valorizzare l'autonomia degli Enti da tradursi in vera responsabilità e capacità decisionale;  
  • auspica che si realizzi finalmente con la delega "Madia" la partecipazione della comunità scientifica alla vita delle istituzioni attraverso il pieno coinvolgimento negli organismi.

L'Assemblea dà mandato a FLC CGIL, FIR CISL e UIL RUA di adoperarsi in ogni sede istituzionale e politica di mobilitazione del Personale, dentro e fuori gli Enti, per rimettere al centro dell’agenda politica il rilancio della Ricerca Pubblica del Paese, partendo dai contenuti della delega e della legge di bilancio.

Mozione votata all'unanimità.