FLC CGIL
Contro la regionalizzazione del sistema di istruzione fima anche tu

http://www.flcgil.it/@3817887
Home » Ricerca » Ordine del giorno per le elezioni RSU nell’Università e nella Ricerca

Ordine del giorno per le elezioni RSU nell’Università e nella Ricerca

Il Comitato Direttivo Nazionale della FLC CGIL vista la prossima scadenza elettorale 2004, per il rinnovo delle RSU nel Pubblico Impiego, in cui per la prima volta sarà utilizzato il simbolo FLC per la presentazione delle liste della CGIL,

08/06/2004
Decrease text size Increase  text size

FLC

Il Comitato Direttivo Nazionale della FLC CGIL vista la prossima scadenza elettorale del 15-18 novembre 2004, per il rinnovo delle RSU nel Pubblico Impiego, che vede direttamente coinvolta la nostra Federazione nei comparti Università e Ricerca, in cui per la prima volta sarà utilizzato il simbolo FLC per la presentazione delle liste della CGIL, sottolinea l’importanza di tale scadenza e impegna da subito tutta la FLC, comprese le costituende strutture territoriali, al massimo impegno per cogliere l’obiettivo di un successo elettorale nelle elezioni per le RSU.

Vista la fase complessa e difficile in cui questa scadenza si colloca, sarà necessario sollecitare la massima attenzione di tutte le nostre strutture e attivare tutti gli strumenti organizzativi, politici e della comunicazione, in grado di consentire un successo elettorale anche in questa tornata elettorale.

A tal fine ritiene necessario operare per la rimozione di alcuni elementi di forte criticità attualmente presenti nel meccanismo elettorale, dovuti in parte all’accordo interconfederale e in parte alle novità introdotte dalla 145/2002.

Si dovrà pertanto:

- consentire il voto ai lavoratori a tempo determinato, almeno come elettori attivi come avviene nella scuola;

- superare le difficoltà di consentire il voto ai ricercatori e tecnologi, così come appare dagli assetti delle aree della dirigenza emerse con l’accordo interconfederale recentemente stipulato e dalla loro collocazione nell’area VII della dirigenza;

- verificare e ridefinire le mappature di comparto, sia nell’università che nella ricerca, necessarie a cogliere le novità introdotte dai processi di riordino in atto.

La rimozione di questi problemi appare fondamentale per affermare una democrazia reale nei luoghi di lavoro per la salvagurdia dei diritti di tutti i lavoratori, compresi quelli a tempo determinato, nonché per ottenere un buon risultato nelle elezioni per le RSU.

Per questo il Direttivo Nazionale della FLC CGIL impegna la segreteria nazionale ad aprire da subito un tavolo di confronto con CISL e UIL per rimuovere i problemi suddetti ed avviare con l’ARAN la trattativa per giungere in tempi brevi alla firma di specifici accordi di comparto.

Il Direttivo impegna la segreteria nazionale a promuovere, anche con le altre OO.SS. confederali, le necessarie forme di mobilitazione di settore per raggiungere gli obiettivi politici suddetti.

Approvata all’unanimità