FLC CGIL
Elezioni RSU 2022, candidati con la FLC CGIL

http://www.flcgil.it/@3924413
Home » Ricerca » INRIM: Ministro e Presidente hanno paura di farsi vedere?

INRIM: Ministro e Presidente hanno paura di farsi vedere?

Il Ministro Giannini visita l'Istituto di Metrologia, ma senza farsi vedere dal personale.

22/06/2015
Decrease text size Increase  text size

Apprendiamo che, il giorno 15 giugno, il Ministro Giannini si è recata all’INRIM. Su questa notizia, resa nota da alcuni giornali già dal giorno prima, è stato mantenuto il più assoluto riserbo all’interno dell’Istituto, in modo che la maggior parte del personale non venisse a conoscenza dell’evento. Solo il giorno dopo, l’informativa è stata resa pubblica all’interno dell’INRIM, menzionando articoli giornalistici e servizi televisivi. Un atteggiamento alquanto strano, quello del Ministro (e dell’Amministrazione INRIM)!

Nelle scorse settimane, in occasione di un seminario svoltosi all’INRIM sulla Giornata Mondiale della Metrologia (20 maggio) e per il quale era stato previsto un intervento del Ministro, la RSU con lettera inviata via posta certificata aveva chiesto un incontro al Ministro stesso per illustrare la difficile situazione del personale precario dell’INRIM e l’assoluto silenzio da parte dell’Amministrazione. Nessuna risposta pervenuta!

Da mesi RSU e OO.SS. chiedono un incontro specifico al Presidente ed al Direttore Generale per essere informati in merito al precariato INRIM. Anche in questo caso nessuna risposta pervenuta!

I contratti a tempo determinato che scadono non vengono rinnovati e i precari si ritrovano in mezzo ad una strada da un giorno all’altro, senza che la dirigenza se ne preoccupi e occupi minimamente.

La questione precariato sta degenerando di giorno in giorno e non possiamo più aspettare che Presidente e Direttore Generale trovino un momento del loro prezioso tempo per discutere la faccenda. Addirittura nascondono questo problema al Ministro, evitando “contatti pubblici”, per il timore che i rappresentanti dei lavoratori possano esprimere le loro istanze ed evidenziare e rappresentare questo disagio. La visione dell’Istituto presentata al Ministro Giannini, ne risulta chiaramente falsata, facendo apparire l’INRIM un posto perfetto e senza problemi, così come si evince dalle sue parole durante la visita in INRIM: “...sarò io a chiedere i finanziamenti, come MIUR, all’INRIM e non il contrario”.

Il prossimo 25 giugno è previsto un incontro sul Piano Triennale 2015-2017, se in quell’occasione non ci saranno risposte convincenti per i precari, partirà la mobilitazione del personale: allora avranno modo di sentirci, anche dal chiuso dei loro uffici al primo piano!

Altre notizie da: