FLC CGIL
Contro la regionalizzazione del sistema di istruzione fima anche tu

http://www.flcgil.it/@3927173
Home » Ricerca » INAIL: la FLC si prepara all’incontro con la Direzione Generale sul precariato

INAIL: la FLC si prepara all’incontro con la Direzione Generale sul precariato

In preparazione dell’incontro del 29 ottobre la FLC CGIL convoca un’assemblea aperta per lunedì 26 ottobre.

22/10/2015
Decrease text size Increase  text size

Il 31 dicembre 2015 scadono i 418 contratti di collaborazione dell’INAIL Ricerca. Dopo cinque anni dalla confluenza l’INAIL ancora non ha attivato alcuno strumento per risolvere questa annosa situazione.

Il piano di fabbisogno, ridefinito alcune settimane fa dall’Amministrazione, che prevede nuovi concorsi a tempo indeterminato e passaggi di livello per il personale strutturato, grazie ad una costruttiva e costante azione sindacale, dovrà essere approvato dalla Funzione Pubblica.

In attesa che vengano predisposte tutte le procedure concorsuali, la FLC CGIL promuove e sostiene l'emendamento che trasformi per Legge tutti i contratti di collaborazione in contratti a T.D. con copertura finanziaria propria dell’Istituto, e per questo sta mettendo  in campo tutte le proprie energie  per sensibilizzare gli interlocutori politici e di Governo.

Nel frattempo è fondamentale proporre al Direttore Generale un accordo per il personale co.co.co, così come avvenuto negli altri Enti di Ricerca, per un miglioramento dell’attuale forma contrattuale, sollecitando anche incontri tecnici tra INAIL, Funzione Pubblica e parti sociali, partendo dalla disponibilità finanziaria dell’Istituto, dagli attuali strumenti normativi e dalla nuova programmazione delle attività di ricerca (PAR e PIT).

Siamo convinti che la proroga di un anno dei co.co.co, come è avvenuto in passato, sia del tutto inadeguata rispetto ai vincoli normativi esistenti, perche' dal 1 gennaio 2017 l’art. 2, comma 4 del Dlgs 81/2015  vieta alle pubbliche amministrazioni di stipulare nuovi contratti di collaborazione. Dunque non capiamo la “ratio” di chiedere la proroga  di un anno quando, allo scadere del contratto, la norma impedisce di attivarne nuovi.

Per superare la data del 1 gennaio 2017, è necessario prorogare di almeno 3 anni tutti i contratti di collaborazione allineandoli al nuovo PAR e PIT in definizione, a fronte di risorse certe e sufficienti a coprire tutti i contratti, prevedendo anche un adeguamento delle attuali fasce retributive nell'attesa del cambio contrattuale.

Convinti della necessita di fare sinergia e condividere le azioni da intraprendere, le OOSS, a seguito di una richiesta unitaria, sono state convocate dal Direttore Generale il 29 ottobre p.v.

In preparazione dell’incontro la FLC CGIL, condividendo l'esigenza manifestata dal personale precario, convoca un’assemblea aperta a tutti lunedì 26 ottobre alle ore 14,30 nella sala Castelli della Sede di P.le Pastore per definire una proposta da condividere con le altre OO.SS. in apposito incontro alla presenza del Direttore Generale.

Infine la FLC CGIL ha chiesto all’Amministrazione di integrare l’ordine del giorno con l’applicazione dell’art. 15 e conoscere l’esito della verifica sulla validità delle graduatorie da scorrere di cui all’Accordo 2011.

Altre notizie da: