FLC CGIL
Contro la regionalizzazione del sistema di istruzione fima anche tu

http://www.flcgil.it/@3917229
Home » Ricerca » CRA INEA: le organizzazioni sindacali incontrano il Sottosegretario MIPAAF Castiglione

CRA INEA: le organizzazioni sindacali incontrano il Sottosegretario MIPAAF Castiglione

Prosegue il confronto anche con le Commissioni parlamentari per giungere ad una modifica del testo dell'articolo 32 della legge di stabilità.

06/11/2014
Decrease text size Increase  text size

Si è svolta ieri, 5 novembre 2014, presso il MIPAAF la prima seduta del tavolo di confronto in merito all’art. 32 della Legge di Stabilità proposta dal Governo. 

Erano presenti le delegazioni sindacali di CRA e INEA, il Sottosegretario con delega alla ricerca Castiglione, il Capo di gabinetto del Ministro Ferrara, il Capo segreteria del Ministro Zucchi e il Capo del Dipartimento delle Politiche competitive, della qualità agroalimentare, ippiche e della pesca Bianchi. 

L’On. Castiglione prendendo la parola ha precisato che il MIPAAF con la definizione dell’art. 32 punta a rafforzare il sistema della ricerca pubblica in agricoltura e che questo percorso rappresenta una opportunità ed una potenzialità per tutto il sistema agro-alimentare nazionale. Il “tavolo permanente di condivisione” ha lo scopo iniziale di migliorare il testo dell’art. 32 ed il successivo percorso della fase transitoria e di attuazione. 

Le OO.SS, coerentemente con quanto rappresentato nell’audizione alla Commissione Agricoltura della Camera, hanno subito fatto osservare la incongruenza tra “rafforzare” la ricerca pubblica in agricoltura con quanto riportato nel testo dell’art. 32 dove le parole ricorrenti sono: razionalizzazione delle attività, riduzione del personale, riduzione delle strutture territoriali, riduzione del contributo ordinario di ben 3 milioni di euro. 

Le OO.SS. hanno quindi fin da subito evidenziato e ribadito la loro contrarietà all’applicazione dell’art. 32 così come già manifestato in mattinata nel corso dell’audizione presso la Commissione Agricoltura della Camera dei Deputati. 

Le questioni su cui hanno posto l’attenzione in questa prima seduta del tavolo sono state:

  • eliminazione del nome Agenzia e mantenere l’appartenenza del “nuovo ente” al comparto della ricerca cui attualmente afferiscono INEA e CRA
  • necessità di esplicitare le modalità per la definizione della “governance” del nuovo ente
  • eliminazione all’interno dell’articolo della dicitura “…riduzione delle spese personale pari ad almeno il 10% rispetto ai livelli attuali…”
  • eliminazione all’interno dell’articolo della dicitura “…riduzione delle attuali articolazioni territoriali pari ad almeno il 50%...”
  • pesanti ricadute negative sul personale precario dei due enti (reale rischio di mancato rinnovo dei contratti)
  • l’insostenibilità di un accorpamento con l’Inea senza un piano di ripianamento rispetto alle attuali problematiche finanziarie peraltro non chiare in quanto non rispondenti alle risultanze di bilancio.

Nel corso della discussione considerati gli stretti tempi utili per la modifica all’art. 32, le organizzazioni sindacali hanno sottolineato la necessità che il tavolo porti a risultati concreti. 

I rappresentanti del MIPAAF hanno confermato fin da subito di poter accogliere:

  • cambio del nome del nuovo ente (escludendo quindi la parola Agenzia)
  • mantenimento del CCNL del Comparto ricerca e quindi anche di tutte le norme di salvaguardia per il Personale precario (comma 188 art. 1 legge 266/2005)
  • definizione sulla formazione della governance del nuovo ente nonché sulle caratteristiche tecnico scientifiche su cui basare l’individuazione della figura del commissario del futuro ente
  • aspetti migliorativi all’emendamento tendenti ad evitare ricadute negative sulle piante organiche.

Maggiori difficoltà abbiamo invece riscontrato rispetto ad una modifica della: 

  • riduzione della spesa per il personale
  • riduzione delle strutture territoriali.

Le OO.SS. continueranno il lavoro di pressione sui soggetti politici per ottenere lo stralcio dell’art. 32, come fatto anche in mattinata nel corso dell’audizione alla Commissione agricoltura della Camera, e comunque manterranno alto l’impegno anche attraverso la proposta di emendamenti per migliorare il testo della legge di stabilità in tutte le sedi politiche. 

La delegazione del MIPAAF si è impegnata a consegnare alle OO.SS. presenti al tavolo il piano di rientro proposto dal Commissario dell’INEA e a riconvocare a breve il tavolo di confronto.    

Le segreterie nazionali
FLC CGIL - FIR CISL - UIL RUA

Altre notizie da: