FLC CGIL
Emergenza Coronavirus: notizie e provvedimenti

http://www.flcgil.it/@3960239
Home » Notizie dalle Regioni » Puglia » Per la scuola pugliese finalmente una notizia molto positiva

Per la scuola pugliese finalmente una notizia molto positiva

Comunicato stampa della FLC CGIL Puglia

20/01/2021
Decrease text size Increase  text size

Ieri, 19 gennaio 2021, siamo stati convocati dall'Assessore Leo presente insieme agli Assessori Lopalco e Maurodinoia per l i llustrazione del la bozza di delibera sugli indirizzi operativi per la
riapertura in sicurezza delle scuole. Tale bozza sarà in discussione nelle prossime ore visto che la Regione intende dare at tuazione al piano già dal 1° febbraio 2021.
Il piano prevede innanzi tutto che presso ciascuna ASL provinciale si introduca il T.O.S.S. (Team di Operatori Sanitari Scolastici Covid 19) per l’ambito scolastico, che è elemento essenziale per
garantire il rientro a scuola in sicurezza. Il TOSS sarà costituito dal Referente ASL COVID 19 che potrà contare sull'apporto di 355 operatori sanitari a li vello regionale nello standard in misura
di 1 operatore ogni 1.500 alunni tra 6 e 19 anni (in pratica un operatore sanitario ogni due scuole) e che avrà diversi compiti fondamentali in termini di sicurezza tra i quali:

  • l'attuazione e il monitoraggio delle attività di screening programmato su base quindicinale per il personale scolastico
  • l tracciamento e identificazione dei contatti stretti
  • il supporto per la realizzazione della campagna di vaccinazione del personale scolastico
  • il monitoraggio dell'andamento dei contagi
  • il supporto per l’implementazione delle misure di protezione

Queste strutture si interfacceranno con i referenti COVID di ciascuna istituzione scolastica.

Come FLC CGIL Puglia abbiamo espresso soddisfazione non solo perché per la prima volta sui temi della scuola la nostra regione si distingue positivamente con un progetto unico e innovativo
a livello nazionale che ci auguriamo faccia da apr ipista per l'intero Paese ma anche perchè vediamo accolta una richiesta da noi avanzata già nella prima fase dell’epidemi a e riscontriamo
che finalmente ci si muove nell ’ottica della prevenzione finalizzata al ritorno a lla normalità della didattica ordinaria ma in condizioni di assoluta sicurezza Abbiamo espresso l'auspicio che la Regione garantisca anche una concreta prospettiva, verificando se ci sono i margini per ma ntenere il T.O.S.S. anche dopo l’emergenza epidemiologica.

In merito al provvedimento illustrato abbiamo avanzato le seguenti proposte

  1. Estensione di tutt e le misure p re viste nel provvedimento a partire dall i nclusione del numero dei bambini della scuola dell infanzia per il calcolo del numero di operatori sanitari;
  2. Aumento del numero di operatori sanitari in considerazione della dislocazione delle scuole e dei relativi plessi in particolar modo per quei terri che presentano rilevanti problematicità per la loro morfologia;
  3. Restituzione del ruolo centrale delle autonomie scolastiche attraverso i propri organi collegiali, in tutti i processi decisionali in merito all organizzazione delle misure previste;
  4. In merito alla campagna di vaccinazione riteniamo necessario indicare chiaramente sia l'ordine di priorità tra il personale scolastico sia i criteri oggettivi sulla base dei quali sono stati definiti gli scaglionamenti stessi.

Gli Assessori Leo e Lopalco si sono detti disponibili ad ulteriori approfondimenti sulla base del le proposte avanzate dalle Organizzazioni Sindacali.

La valutazione certamente positiva sull'introduzione del piano sanitario di messa in sicurezza delle scuole non ci impedisce tuttavia di esprimere il nostro disappunto per la perpetrazione del
modello di scuola come servizio a domanda individuale, per il quale continueremo a mantenere la nostra ferma opposizione e che ci auguriamo venga quanto prima definiti vamente accantonato.