FLC CGIL
Contro la regionalizzazione del sistema di istruzione fima anche tu

http://www.flcgil.it/@3930963
Home » Attualità » Fondi europei 2014–2020 » Programmi operativi nazionali » PON “Per la scuola” » PON Per la scuola: pubblicate le graduatorie definitive degli snodi formativi territoriali

PON Per la scuola: pubblicate le graduatorie definitive degli snodi formativi territoriali

Prime indicazioni sulle attività formative. Oltre seicento candidature inserite nelle graduatorie.

04/04/2016
Decrease text size Increase  text size
Vai agli allegati

L'autorità di gestione del  Per la scuola – Competenze e ambienti per l’apprendimento 2014-2020, con la nota 5577 del 21 marzo 2016, ha reso note le graduatorie regionali definitive relative all’Avviso destinato alla individuazione degli “Snodi formativi territoriali” (nota 2670/16).

L'Avviso rientra negli interventi dell'ASSE I "Istruzione" finanziati dal FSE (Fondo Sociale Europeo), Obiettivo Specifico 10.8, Diffusione della società della conoscenza nel mondo della scuola e della formazione e adozione di approcci didattici innovativi, Azione 10.8.4, Formazione del personale della scuola e della formazione su tecnologie e approcci metodologici innovativi

Come è noto Il Piano Nazionale Scuola Digitale (PNSD), adottato con il Decreto Ministeriale 851/15, prevede, nell’ambito delle iniziative di formazione del personale della scuola, l’individuazione di snodi formativi territoriali considerati come una delle leve per gestire le principali attività formative non svolte all’interno di ogni scuola.

Gli snodi sono destinati a:

  • formare il personale della scuola per l’aumento delle competenze relative ai processi di digitalizzazione e di innovazione tecnologica per un uso consapevole delle risorse digitali nella prassi didattica e nell’attività amministrativa;
  • promuovere l’innovazione didattica delle scuole supportata dalle tecnologie;
  • attivare azioni di orientamento, di supporto e di collegamento con il territorio per lo sviluppo di un sistema di formazione integrata.

Gli snodi (ossa le sedi dove avverrà la formazione), dovranno assicurare la copertura territoriale, la continuità negli anni della progettualità formativa e la partecipazione a monitoraggi qualitativi. Per l’attività degli snodi il PNSD prevede l’utilizzo di quota parte delle risorse destinate alla Formazione dalla legge 107/15 (circa 10 milioni di euro all’anno) + risorse PON-FSE “Per la Scuola” 2014-2020 + stanziamenti ordinari del ministero.

Nella tabella che segue, il quadro regionale delle candidature presentate, di quelle che sono state collocate in graduatorie in quanto hanno conseguito un punteggio superiore a 30 punti e di quelle che non inserite in graduatorie per punteggio inferiore a 30 punti.

Tabella 1
Avviso “Snodi formativi territoriali”

Candidature presentate

Candidature ammesse

Candidature escluse

ABRUZZO

17

13

4

BASILICATA

15

13

2

CALABRIA

24

21

3

CAMPANIA

101

101

0

EMILIA ROMAGNA

38

37

1

FRIULI VENEZIA GIULIA

15

14

1

LAZIO

60

53

7

LIGURIA

11

10

1

LOMBARDIA

67

67

0

MARCHE

19

14

5

MOLISE

9

9

0

PIEMONTE

23

21

2

PUGLIA

52

47

5

SARDEGNA

24

17

7

SICILIA

106

94

12

TOSCANA

45

43

2

UMBRIA

11

10

1

VENETO

21

18

3

TOTALE ITALIA

658

602

56

TOTALE REGIONI PIU' SVILUPPATE*

310

287

23

TOTALE REGIONI IN TRANSIZIONE**

50

39

11

TOTALE REGIONI IN RITARDO DI SVILUPPO***

298

276

22

* Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Piemonte, Toscana, Umbria, Veneto

** Abruzzo, Molise, Sardegna

*** Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sicilia.

In base a quanto previsto dall’Avviso 2760/16, si procederà di volta in volta all’individuazione specifica delle sedi da coinvolgere nelle attività formative, sulla base dei bisogni formativi e della tipologia dei beneficiari (dirigenti scolastici, direttori dei servizi generali e amministrativi, docenti, personale amministrativo, ecc.)

Nei giorni scorsi i coordinatori dei nuclei di valutazione regionale hanno inserito nel sistema informativo del PON, una serie di documenti e informazioni, tra cui l’individuazione dell’Istituto scolastico coordinatore a livello regionale e l’Istituto o gli Istituti con funzioni di coordinamento a livello provinciale, con relative motivazioni.

Cronoprogramma della formazione relativa al PNSD e finanziata dal PON per la scuola

Con la nota 5610 del 21 marzo 2016 l’Autorità di Gestione del PON ha fornito indicazioni e anticipazioni relative alla formazione del personale connessa all’attuazione del Piano Nazionale Scuola Digitale.

Premesso che la formazione del PNSD è rivolta a tutto il personale della scuola delle istituzioni scolastiche del territorio nazionale e che i percorsi formativi saranno realizzati, in linea di massima, nel periodo aprile 2016 – agosto 2017, il PON finanzierà le attività in due fasi distinte secondo il seguente cronoprogramma.

Azione 10.8.4,

Formazione del personale della scuola e della formazione su tecnologie e approcci metodologici innovativi

Sotto-azione

posta a bando

(PROGETTO)

Tipo di intervento (modulo)

Prima fase

(aprile-luglio

2016)

Seconda

Fase

(settembre 2016-agosto 2017)

10.8.4.A1

Formazione Dirigenti scolastici “Dirigere l’innovazione”

Formazione Direttori dei servizi generali e amministrativi Abilitare l’innovazione”

Formazione personale amministrativo

“Segreteria digitale

Formazione Assistenza tecnica Primo ciclo “Tecnologie per la scuola digitale nel Primo ciclo”

Formazione Personale tecnico Secondo ciclo

“Tecnologie per la scuola digitale nel Secondo ciclo”

Formazione Animatori digitali “Accompagnare l’innovazione digitale”

Formazione Team per l’innovazione

“Soluzioni per la didattica digitale integrata”

Formazione Docenti

“Strategie per la didattica digitale integrata”

In base a questo cronoprogramma nella prima fase la formazione riguarderà per ciascuna istituzione scolastica:

  • il Dirigente scolastico
  • il Direttore dei servizi generali e amministrativi,
  • due assistenti amministrativi
  • una unità di personale, da individuare tra il personale ATA o docente, per assicurare assistenza tecnica nelle scuole del primo ciclo
  • una unità di personale tecnico nelle scuole del secondo ciclo.

Questa la tempistica individuata dall’autorità di gestione per la prima fase:

  • Emanazione dell’“Avviso pubblico rivolto agli Snodi Formativi Territoriali selezionati per la formazione in servizio all’innovazione didattica e organizzativa”. L’Avviso inviterà gli istituti sedi di Snodi formativi a presentare una proposta formativa per ciascuna tipologia di destinatari.
  • Dalle ore 10,00 del 4 aprile 2016 alle ore 14,00 del 14 aprile 2016: inserimento delle proposte, nel Sistema Informativo GPU “Gestione degli Interventi”, da parte delle scuole snodo. La scuola dovrà per ogni modulo indicare: la sede di svolgimento, la data inizio e fine modulo, il numero partecipanti (15-30), la scheda finanziaria (secondo le voci di costo proposte dal sistema per quel tipo modulo).
  • Pubblicazione degli snodi attivi
  • Dal 18 aprile alle ore 14.00 del 26 aprile: il Dirigente Scolastico potrà entrare su GPU nell’apposita area con la sua “normale” utenza e iscrivere la propria scuola, se stesso, il DSGA, i due assistenti amministrativi, un assistente tecnico (ATA o docente) per le istituzioni scolastiche di I Ciclo oppure un assistente tecnico (ATA) per le istituzioni scolastiche di II Ciclo.  Il DS è tenuto a concordare con tale personale la scelta della scuola snodo e il modulo formativo da seguire
  • Entro l’inizio di giugno 2016: termine della prima fase di formazione dei Dirigenti Scolastici
  • Entro la fine del mese di luglio 2016: termine della prima fase di formazione dei DSGA.

La prima fase per i DS e DSGA si concluderà con l’inserimento nel sistema di un Project Work da loro elaborato.