FLC CGIL
Contratto Istruzione e ricerca, filo diretto

https://www.flcgil.it/@3782705
Home » Rassegna stampa » Rassegna stampa nazionale » La newsletter settimanale di Tuttoscuola

La newsletter settimanale di Tuttoscuola

Notizie, commenti e indiscrezioni sul mondo della scuola. La newsletter settimanale di Tuttoscuola, la rivista per insegnanti, genitori e studenti. https://www.tuttoscuola.com **************...

23/02/2004
Decrease text size Increase text size

Notizie, commenti e indiscrezioni sul mondo della scuola.
La newsletter settimanale di Tuttoscuola, la rivista per
insegnanti, genitori e studenti.

https://www.tuttoscuola.com

************************************************************

N. 139, 23 febbraio 2004

SOMMARIO

1. Primo decreto attuativo, il giallo continua oppure no?
2. 15 milioni e mezzo di italiani coinvolti da settembre nella riforma
della scuola
3. Liceo classico sugli scudi: un'operazione massmediatica?
4. Conferma della correzione dei punteggi per via telematica
5. Docet: idee e materiali per la didattica

______________________________________________________

le altre notizie di TuttoscuolaFOCUS n.43/139:

- Discussioni sui nuovi quadri orario della scuola media
- Autonomia, ultima spiaggia:1/: il manuale di sopravvivenza
- Autonomia, ultima spiaggia/2: dirigente avvisato.
- Manifestazione del 28 febbraio: quali sbocchi?
- Ministro-sindacati, il confronto continua/1
- Ministro-sindacati, il confronto continua/2
- Secondo ciclo: un silenzio assordante

E poi tutte le scadenze aggiornate della scuola nella rubrica
TuttoscuolaMEMORANDUM

Per consultarle: https://www.tuttoscuola.com/focus
____________________________________________________________

1. Primo decreto attuativo, il giallo continua oppure no?

E' passato un mese esatto dal 23 gennaio, quando il Consiglio dei
ministri ha approvato definitivamente, dopo una gestazione di quasi
nove mesi, il decreto sulla scuola dell'infanzia e sul primo ciclo di
istruzione, eppure il testo non e' ancora entrato in vigore. Sono
sorti ulteriori problemi che mettono a rischio l'emanazione di questo
sofferto provvedimento? Gli oppositori della Moratti possono contare
su un ormai insperato stop al primo decreto attuativo della riforma?
No. Il Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi, secondo
quanto risulta a Tuttoscuola, ha apposto la sua firma e inviato il
testo, come da prassi, al Guardasigilli. Forse gia' sulla Gazzetta
ufficiale di oggi il decreto legislativo, con gli allegati delle
Indicazioni nazionali e del profilo conclusivo che ne fanno parte
integrante, sara' pubblicato, probabilmente in un supplemento
speciale, data la mole della documentazione.
Ma cosa ha ulteriormente ritardato l'emanazione del decreto, che
giunge con un preoccupante ritardo rispetto ai tempi necessari per le
operazioni di avvio dell'anno scolastico, con le famiglie che vogliono
certezze e le scuole bisognose di un quadro normativo certo e chiaro?
C'e' chi ha scritto che il testo era fermo alla Corte dei Conti, chi
ha ipotizzato un veto da parte del presidente della Repubblica. Niente
di tutto questo: i problemi che hanno ritardato la pubblicazione in
Gazzetta ufficiale non erano, a quanto pare, di natura contabile o
politica, ma tecnico-giuridica.
Il riferimento normativo fatto nel testo del decreto uscito da Palazzo
Chigi all'articolo 8 del DPR n. 275/1999 (il Regolamento
sull'autonomia scolastica), in base al quale dovranno essere definiti
successivamente i regolamenti di attuazione per la scuola
dell'infanzia, per la scuola primaria e per la scuola secondaria di I
grado, non e' stato ritenuto conforme dagli uffici del Quirinale alla
previsione della legge di riforma che, infatti, prevede un'altra norma
di riferimento, l'articolo 7 della legge 53/2003, per definire i
regolamenti di attuazione.
Si e' pertanto provveduto a sostituire il riferimento all'articolo 8
del DPR 275 con l'articolo 7 della legge di riforma, e il segnale
verde per la pubblicazione del decreto e' scattato. Ma l'attuazione
non sara' certo una strada in discesa.

____________________________________________________________

CONOSCI TuttoscuolaFOCUS?

E' la nuova newsletter settimanale di Tuttoscuola.
Cosa la differenzia da TuttoscuolaNEWS?
- contiene piu' del doppio delle notizie
- i dati in esclusiva, le notizie di maggior interesse si trovano solo
su TuttoscuolaFOCUS
- include la rubrica "TuttoscuolaMEMORANDUM", con tutte le scadenze
della scuola, sintetizzate e spiegate: per non perdere nessun
adempimento e sapere in anticipo cosa e come fare
- la grafica: e' a colori e "navigabile"

Ci sono 2 modi per riceverla:

1) con l'abbonamento annuale on line (a partire da 25 euro), che da'
l'accesso per un anno anche alle Guide on line, a tutto l'Archivio
(molto utile per fare ricerche) e agli altri spazi riservati del sito
tuttoscuola.com (per il modulo on line:
https://www.tuttoscuola.com/offerta );

oppure

2) acquistando il singolo numero (solo 1 euro + iva), con una
telefonata (addebito in bolletta)
che da' accesso per 24 ore anche alle Guide on line, all'Archivio e
agli altri spazi riservati del sito tuttoscuola.com (per istruzioni:
https://www.tuttoscuola.com/focus )

____________________________________________________________

2. 15 milioni e mezzo di italiani coinvolti da settembre nella riforma
della scuola

Sul perche' si sia acceso un dibattito cosi' vasto sul decreto
legislativo per il primo ciclo di istruzione non possono esserci
dubbi. Si tratta del primo passo di un progetto complessivo di riforma
della scuola. E' giusto e doveroso discuterne, sviscerarne i limiti,
le possibili conseguenze, testarne la tenuta. Possibilmente farlo, e
non sempre sta accadendo, con spirito costruttivo, abbandonando
preconcetti, posizioni troppo di parte e discutendo sui contenuti. Si
va a toccare un settore strategico, una trave portante dell'edificio
su cui si basa la crescita culturale e lo sviluppo e la competitivita'
futuri del sistema Paese. E che tocca, direttamente o indirettamente
la vita quotidiana di tanti milioni di italiani. Abbiamo provato a
fare due calcoli.
L'avvio da settembre dell'innovazione nelle scuole dell'infanzia,
primaria e secondaria di I grado, statali e paritarie coinvolgera'
direttamente all'interno della scuola piu' di cinque milioni e mezzo
di persone tra alunni, docenti e dirigenti scolastici (senza contare
il personale Ata sfiorato dalla riforma). Scuola dell'infanzia e
scuola primaria parteciperanno in blocco con le classi e le sezioni di
tutti gli anni di corso; la scuola secondaria di I grado partecipera'
per il momento soltanto con le classi del primo anno.
In particolare, gli studenti "cavie" saranno 5 milioni, i docenti dei
vari ordini di scuola, statale e paritaria, coinvolti saranno piu' di
mezzo milione (527 mila); i dirigenti scolastici, per lo piu' di
scuole statali, saranno circa 10 mila.
Fuori dalla scuola - ma non troppo, vista la centralita' che ad essi
assegna la riforma - quasi dieci milioni di genitori.
In totale, quindici milioni e mezzo di italiani (
https://www.tuttoscuola.com/ts_news_139-3.doc ): piu' di un quarto
della popolazione nazionale. E di questi 10,5 milioni sono adulti con
diritto di voto.
La riforma e' anche un fatto politico: una buona riforma puo'
diventare un successo elettorale; una riforma non gradita, invece.

___________________________________________________________

LA SCUOLA ITALIANA 2004: MAPPA DEI PROFILI NORMATIVI

Il nuovo libro di Tuttoscuola: le riforme a portata di mano,
le disposizioni da conoscere, coordinate e illustrate.
Con un utilissimo indice analitico (oltre 400 voci).
A cura di Giuseppe Fiori, Direttore generale USR della Puglia.
Il testo che non puo' mancare nelle presidenze e nelle segreterie
scolastiche. Indispensabile per la preparazione a concorsi

https://www.tuttoscuola.com

____________________________________________________________

3. Liceo classico sugli scudi: un'operazione massmediatica?

Nei giorni scorsi alcuni quotidiani hanno presentato l'incremento di
poco piu' di un punto percentuale registrato nel biennio 2001-2003
negli iscritti al liceo classico (dall'8.3 al 9.6% sul totale degli
iscritti al primo anno) come una specie di svolta epocale nella scelta
delle famiglie, e una rivincita della cultura umanistica su quella
tecnico-professionale.
Anche Tuttoscuola, nel numero di febbraio in distribuzione, aveva
rilevato in anticipo il fenomeno (segnalandolo gia' nello speciale
iscrizioni del 5 gennaio), ma si e' ben guardata dal trarne
conclusioni cosi' impegnative. In questa occasione, si sono invece
riascoltate e rilette parole da tempo messe da parte, ma evidentemente
non dimenticate: che il liceo classico rappresenta, in sostanza, la
scuola che forma, che insegna a ragionare. Luoghi comuni che non
tengono conto del fatto che l'utenza dei licei classici e', come molti
studi sostengono, socialmente e culturalmente preselezionata.
Poca o nessuna attenzione invece, come sempre, viene riservata ai
552.000 allievi degli istituti professionali, che restano piu' del
doppio degli iscritti al liceo classico (249.000), e che continuano ad
avere il 22% del totale degli iscritti al primo anno, nonostante le
incerte prospettive di sopravvivenza.
La spiegazione dell'espansione dei licei (classico, scientifico,
pedagogico: sono tutti in crescita) e' probabilmente molto piu'
semplice, e si lega al fatto che la riforma Moratti indica con
chiarezza il sistema dei licei, mentre rinvia a complessi passaggi
istituzionali e progettuali la definizione del percorso di istruzione
e formazione professionale: e come ha notato la preside del liceo
Beccaria di Milano, "il liceo e' come un bene rifugio nei periodi di
incertezza".

____________________________________________________________

FACCIAMO UN GIORNALE

La prima guida al giornalismo scolastico.
Un manuale per studenti, insegnanti e apprendisti comunicatori.
Vademecum per scrivere e titolare un articolo, per impaginare etc.:
tutto cio' che bisogna sapere prima di ideare un giornale a scuola.
Gia' utilizzato con successo in centinaia di scuole.

Per maggiori informazioni: https://www.tuttoscuola.com

____________________________________________________________

4. Conferma della correzione dei punteggi per via telematica

La segnalazione di Tuttoscuola sulla falla del sistema telematico
dell'Amministrazione scolastica per l'aggiornamento e l'utilizzo delle
graduatorie per supplenza ci e' stata confermata da altre scuole che
da tempo avevano rilevato questa possibilita' di modificare i dati dei
docenti e del personale Ata delle proprie graduatorie di istituto.
Modifiche possibili sia per correggere errori che. per alterare i
punteggi assegnati o spettanti.
Come si puo' immaginare, quelle correzioni possono servire ad ottenere
supplenze a danno di altre persone iscritte in graduatorie.
Da un'indagine in corso da parte dei Carabinieri di Roma sembra che la
correzione dei punteggi per via telematica sia una delle strade
seguite per ottenere in modo fraudolento posti di lavoro nella scuola
(soprattutto per personale Ata). Ma non la sola. La scuola, con le sue
ampie aree di lavoro precario, di graduatorie con migliaia di iscritti
e con conseguenti difficolta' di filtro e controllo, sta diventando
occasione per azioni illegali.
Le altre strade seguite sono quelle dei diplomi falsi di cui sembra vi
siano alcune compiacenti produzioni in alcune zone della Campania e
non solo, che hanno coinvolto - e' cronaca - alcuni istituti.
La terza via, utilizzata anche in altri settori della pubblica
amministrazione, e' quella della autocertificazione che non richiede,
come una volta, l'esibizione di documenti e titoli.

5. Docet: idee e materiali per la didattica

Torna Docet, la Fiera su "Idee e materiali per l'educazione e la
didattica". L'appuntamento e' fissato a Bologna dal 15 al 18 aprile.
Dopo il successo della prima edizione, la rassegna promossa dalla
Fiera Internazionale del Libro per Ragazzi propone ingredienti di
sicuro interesse: editoria educativa libraria e multimediale,
e-learning, tecnologie e sussidi per la didattica, motricita', arredi
scolastici da interno ed esterno. Con le piu' recenti novita' del
settore per la scuola pubblica e privata.
Un appuntamento dedicato a dirigenti scolastici, insegnanti,
bibliotecari, operatori della formazione nonche' agli amministratori,
funzionari, tecnici dell'ente locale, che nel contesto aperto dal
nuovo Titolo V della Costituzione assumono un ruolo preminente nel
governo dell'istruzione e della formazione professionale.
La manifestazione gode del patrocinio del ministero dell'Istruzione,
Universita' e Ricerca scientifica, che ha concesso l'esonero, e del
ministero per l'Innovazione e le Tecnologie.
Il tema centrale del 2004 sara' "Scuola e societa' civile" e si
sviluppera' in un convegno portante dal titolo "A scuola a far che?
Come costruire un ambiente favorevole alla crescita morale e
intellettuale delle nuove generazioni". Tra gli ospiti di Docet 2004
esperti ed osservatori del mondo dei ragazzi quali Alessandro Cavalli
e Luciano Corradini. Sara' al centro di dibattiti anche il tema della
riforma, affrontato giorno per giorno con il contributo di qualificati
interlocutori.
Per consentire anche ai non "operatori professionali" di visitare la
manifestazione, e' stata prevista l'apertura al pubblico per domenica
18 aprile 2004.
Per maggiori informazioni: https://www.docet.bolognafiere.it

Ed ecco le altre notizie di TuttoscuolaFOCUS n.43/139:

Discussioni sui nuovi quadri orario della scuola media

I docenti della secondaria di I grado stanno scoprendo la riforma dai
nuovi quadri orario delle discipline. Quante ore di lettere? Quante di
seconda lingua? Quante di tecnologia? Ecco in esclusiva la tabella di
riepilogo (.) (si parla di: matematica, italiano, storia. Per
leggerlo: https://www.tuttoscuola.com/focus )

Autonomia, ultima spiaggia:1/: il manuale di sopravvivenza

Un opuscolo organizzato diviso in tre sezioni (infanzia, primaria e
secondaria di primo grado), spiega come utilizzare la normativa
sull'autonomia per disapplicare il decreto legislativo sul primo ciclo
(.) (si parla di: Cgil-scuola, offerta formativa, famiglie. Per
leggerlo: https://www.tuttoscuola.com/focus )

Autonomia, ultima spiaggia/2: dirigente avvisato.

Dirigenti scolastici, collegi docenti e consigli di istituto vengono
invitati ad avvalersi delle prerogative assegnate dal DPR 275/1999, in
particolare in materia di autonomia didattica e organizzativa (.) (si
parla di: tempo pieno, tutor, Rsu. Per leggerlo:
https://www.tuttoscuola.com/focus )

Manifestazione del 28 febbraio: quali sbocchi?

I sindacati confederali non risparmiano energie per assicurare il
successo della manifestazione di sabato prossimo, 28 febbraio. Si
propongono due obiettivi.
Il primo (.) (si parla di: Snals, confederali, movimenti. Per
leggerlo: https://www.tuttoscuola.com/focus )

Ministro-sindacati, il confronto continua/1

Tanti incontri con le organizzazioni sindacali in cosi' poco tempo non
se ne vedevano a viale Trastevere dai tempi del ministro De Mauro.
(.) (si parla di: Cgil-scuola, Aprea, scuola-lavoro. Per leggerlo:
https://www.tuttoscuola.com/focus )

Ministro-sindacati, il confronto continua/2

La Cgil-scuola ha confermato la totale opposizione alla riforma, e
anche la Cisl-scuola ha dichiarato la propria delusione. Apertura di
credito invece e' venuta da (.) (si parla di: Ricciato, Di Menna,
tempo scuola. Per leggerlo: https://www.tuttoscuola.com/focus )

Secondo ciclo: un silenzio assordante

Dopo il varo del decreto sul primo ciclo, molti si sarebbero aspettati
almeno il preannuncio del decreto sul secondo ciclo. L'aspettativa era
(ed e') particolarmente forte in quelle scuole secondarie che (.) (si
parla di: devolution, formazione professionale, diritto/dovere
all'istruzione. Per leggerlo: https://www.tuttoscuola.com/focus )

E poi tutte le scadenze del prossimo mese, commentate e spiegate. Ecco
gli argomenti di TuttoscuolaMEMORANDUM di questa settimana:

- Rilevazione attrezzature tecnologiche per la didattica
- Domande mobilita' e passaggio personale della scuola
- Manifestazione nazionale
- Richiesta assistenti lingua straniera
- Borse di studio Comenius per docenti
- Sciopero Unicobas
- Concorso riservato docenti religione
- revoca domande mobilita' docenti primaria
- scadenze amministrative relative al mese di marzo
- Conto annuale delle istituzioni scolastiche
- Ritiro candidati interni per esame di Stato
- Vacanze e soggiorni studio INPDAP

TuttoscuolaFOCUS e' riservato agli abbonati on line.
Per i non abbonati e' possibile acquistare il numero 43/139 di
TuttoscuolaFOCUS al costo totale di 1 euro+iva. Per informazioni
cliccare qui: https://www.tuttoscuola.com/focus
(e' necessario essere collegati a internet per richiedere e scaricare
la newsletter.
NB cliccare li' NON COMPORTA ALCUN IMPEGNO, consente solo di visionare
le condizioni per accedere al servizio), oppure telefonare al n.
06/6830.7851
Per abbonarsi: https://www.tuttoscuola.com/offerta/

____________________________________________________________

TUTTA L'INFORMAZIONE DI TUTTOSCUOLA PER TE

Scopri il nuovo abbonamento annuale completo a Tuttoscuola:

- Ogni mese la rivista mensile
-Ogni settimana la newsletter TuttoscuolaFOCUS + TuttoscuolaMEMORANDUM
- Ogni giorno le notizie di tuttoscuola.com, l'accesso all'archivio
e alle Guide on line

e. 5 regali!

https://www.tuttoscuola.com/offerta

____________________________________________________________

RIPRODUZIONE RISERVATA

Per iscrivere un'altra persona o per rimuoverti da questa
newsletter vai all'indirizzo:

https://www.tuttoscuola.com

Per commenti, informazioni o suggerimenti: redazione@tuttoscuola.com

Per consultare i numeri arretrati di "TuttoscuolaNEWS": https://www.tuttoscuola.com

Chi è interessato a ricevere anche la newsletter dell'ANP (Associazione
Nazionale Presidi e Direttori didattici) puo' iscriversi dal sito
www.anp.it

************************************************************
Editoriale Tuttoscuola srl
Via della Scrofa, 39 - 00186 Roma, Italia
Tel. 06.6830.7851 - 06.6880.2163
Fax 06.6880.2728
Email: tuttoscuola@tuttoscuola.com


La nostra rivista online

Servizi e comunicazioni

Seguici su facebook
Rivista mensile Edizioni Conoscenza
Rivista Articolo 33
Filo diretto sul contratto
Filo diretto rinnovo contratto di lavoro
Ora e sempre esperienza!
Servizi assicurativi per iscritti e RSU
Servizi assicurativi iscritti FLC CGIL