FLC CGIL
Contratto Istruzione e ricerca, filo diretto

https://www.flcgil.it/@3835069
Home » Rassegna stampa » Rassegna stampa nazionale » La Nazione: «Nessuno tagli il personale»

La Nazione: «Nessuno tagli il personale»

Sit in del personale tecnico-amministrativo davanti alla direzione regionale

17/05/2007
Decrease text size Increase text size
La Nazione

‘NON UNO di meno’. Con questo striscione i sindacati ieri mattina hanno protestato davanti alla Direzione scolastica regionale contro il taglio, in Toscana, di 111 posti di personale tecnico amministrativo. «Queste sforbiciate – denuncia Gianna Fracassi della segreteria regionale Flc-Cgil, - vanno a intaccare soprattutto il personale precario. E si aggiungono ad un aumento, in Toscana, di ben 6mila studenti. Insomma, siamo sotto la raschiatura del barile, in particolare a Massa Carrara e a Livorno».
Ma il sit-in di ieri è stato anche l’occasione per i sindacati, che sono stati ricevuti dalla vicaria di Cesare Angotti, di chiedere un nuovo impegno formale da parte del dirigente ad inoltrare un’ulteriore richiesta al Ministero di posti in più per gli Ata. Inoltre, la delegazione ha richiesto «una copia della lettera che Angotti avrebbe dovuto mandare al Ministero una decina di giorni fa».
«Il dirigente si era impegnato a richiedere 500 organici in più per le scuole toscane», ricorda Francesco Brandani della segreteria regionale Flc-Cgil. Aggiunge Fabrizio Settembrini, segretario regionale Uil scuola: «Diamo atto alla direzione regionale di aver fatto il possibile per effettuare una riduzione equilibrata degli organici, ma denunciamo con forza la riduzione dei posti prevista nella Finanziaria, che continua la politica dei tagli dei governi precedenti». Nel frattempo, i sindacati hanno anche inviato un documento unitario al presidente della Regione Claudio Martini e all’assessore regionale all’istruzione Gianfranco Simoncini. «Se l'organico dei docenti rimarrà tale – si legge, - si riformeranno liste d’attesa per la scuola dell’infanzia, non saranno accolte tutte le domande di tempo pieno e di tempo prolungato, e non potranno essere avviati tutti gli indirizzi richiesti per le superiori».
«E’ assurdo – conclude Fracassi, - tagliare proprio sui tecnici. Sono loro che fanno funzionare i laboratori».
Elettra Gullè


La nostra rivista online

Servizi e comunicazioni

Seguici su facebook
Rivista mensile Edizioni Conoscenza
Rivista Articolo 33
Filo diretto sul contratto
Filo diretto rinnovo contratto di lavoro
Ora e sempre esperienza!
Servizi assicurativi per iscritti e RSU
Servizi assicurativi iscritti FLC CGIL