FLC CGIL
Contratto Istruzione e ricerca, filo diretto

https://www.flcgil.it/@3792535
Home » Rassegna stampa » Rassegna stampa nazionale » Il Tempo- MORATTI E SINDACATI

Il Tempo- MORATTI E SINDACATI

MORATTI E SINDACATI Riforma licei, via al confronto RIFORMA dei licei, è arrivata l'ora del confronto. Il ministro dell'Istruzione Letizia Moratti aveva preannunciato "Ci vedremo d...

06/01/2005
Decrease text size Increase text size
Il Tempo

MORATTI E SINDACATI
Riforma licei, via al confronto
RIFORMA dei licei, è arrivata l'ora del confronto. Il ministro dell'Istruzione Letizia Moratti aveva preannunciato "Ci vedremo dopo le feste" ed è stata di parola convocando, il 13 gennaio prossimo, i sindacati della scuola per confronto sulla bozza di decreto legislativo relativo al secondo ciclo di istruzione. Viste le implicazioni sul terreno del lavoro e della formazione professionale il ministro ha previsto incontri anche con i sindacati confederali. Nella lettera di convocazione si spiega che gli atti che saranno esaminati sono stati predisposti da "oltre 250 esperti di diversa estrazione culturale e professionale" con l'impegno della struttura ministeriale che "ha esaminato la realizzabilità delle proposte dal punto di vista strutturale e organizzativo". "Prima che i documenti possano iniziare il loro articolato percorso di formazione, secondo un metodo che ho assunto come principio ispiratore della mia azione - scrive Moratti - è mio intendimento proseguire nel percorso di coinvolgimento e di ascolto di quanti a vario titolo sono interessati al rinnovamento della scuola. A tal fine ho ritenuto opportuno programmare una serie di incontri per promuovere momenti di confronto e occasioni di suggerimenti e di riflessioni utili al successivo iter dei provvedimenti di attuazione della delega". Il ministro Moratti ha chiesto e ottenuto lo slittamento dei termini per il varo del decreto da marzo a ottobre 2005. In linea generale la riforma prevede l'istituzione di venti licei, la riduzione della flessibilità sugli orari, l'affidamento alle Regioni degli istituti tecnico-professionali. Allo Stato sarebbero invece affidati i percorsi liceali. La nuova scuola secondaria superiore prevede il liceo artistico, classico, economico, linguistico, musicale e coreutico, scientifico, tecnologico e scienze umane.


La nostra rivista online

Servizi e comunicazioni

Seguici su facebook
Rivista mensile Edizioni Conoscenza
Rivista Articolo 33

I più letti

Filo diretto sul contratto
Filo diretto rinnovo contratto di lavoro
Ora e sempre esperienza!
Servizi assicurativi per iscritti e RSU
Servizi assicurativi iscritti FLC CGIL

FERMIAMO L’AUTONOMIA DIFFERENZIATA!

Al via la
campagna referendaria.

APPROFONDISCI