FLC CGIL
Contratto Istruzione e ricerca, filo diretto

https://www.flcgil.it/@3792539
Home » Rassegna stampa » Rassegna stampa nazionale » Il Mattino-Iscrizioni la beffa dell'anticipo

Il Mattino-Iscrizioni la beffa dell'anticipo

Iscrizioni la beffa dell'anticipo CARMINE AURILIO Il termine per le iscrizioni nelle scuole dell'infanzia e alle classi delle scuole di ogni ordine e grado per il prossimo anno scolastico ...

06/01/2005
Decrease text size Increase text size
Il Mattino

Iscrizioni la beffa dell'anticipo

CARMINE AURILIO Il termine per le iscrizioni nelle scuole dell'infanzia e alle classi delle scuole di ogni ordine e grado per il prossimo anno scolastico scade il 25 gennaio. Ma, essendo andata in vigore la riforma Moratti, la prassi della iscrizione ha assunto un ruolo diverso dal passato viste le novità, non da tutti condivise, conseguenza della riforma stessa. In primo luogo particolare attenzione va alla frequenza anticipata nella scuola primaria e in quella dell'infanzia. Si possono iscrivere, infatti, alla scuola materna i bambini che compiono il terzo anno di età nel periodo compreso tra il 1 gennaio e il 28 febbraio 2006. L'accettazione di questi bambini, però, è subordinata a varie condizioni: l'esaurimento delle liste di attesa (costituite a livello di singola istituzione scolastica o a livello comunale, secondo l'organizzazione localmente adottata) dei bambini che non chiedono una frequenza anticipata e alla precedenza di quanti compiono i tre anni di età entro il 31 dicembre 2005; la disponibilità di docenti secondo l'organico previsto per ogni singola scuola; l'assenso del Comune nel quale è ubicata la scuola scelta per l'iscrizione. Alle scuole elementari si possono iscrivere coloro che compiono i 6 anni di età nel periodo compreso tra il 1 gennaio e il 31 marzo 2006. La iscrizione di questi bambini è obbligatoria, in quanto è un diritto delle famiglie chiedere l'iscrizione anticipata alla prima classe. "Ancora una volta - commenta Carlo Dennetta, segretario provinciale Snals - assisteremo alla farsa delle iscrizioni anticipate alla scuola dell'infanzia. O per la presenza di liste di attesa o per la carenza dell'organico docenti bambini e famiglie rimarranno deluse, come già accaduto per quest'anno". A Caserta città le lunghe liste di attesa, infatti, hanno avuto come risultato, considerato l'organico provinciale, solo la istituzione di 4 nuove sezioni di scuola dell'infanzia, autorizzate dal direttore regionale Alberto Bottino su pressione dei sindacati. "È una norma che non sarà mai realmente applicata - dice Franco Pascarella, segretario regionale Uil - considerata la ristrettezza dell'organico provinciale. Favorisce solo ed esclusivamente le scuole private e depaupera quelle pubbliche. Non ci stancheremo mai di dirlo". Se non vi è possibilità di ospitare i bambini in istituzioni pubbliche, è il commento di tutti i sindacati scuola, perché si è approvata una norma che illude e disillude bambini e genitori e che spesso crea contenzioso con l'amministrazione scolastica? Il secondo punto da tener presente riguarda la formulazione dell'organico delle singole istituzioni scolastiche di scuola primaria o superiore di primo grado che sarà determinato dal numero degli iscritti e dalla loro frequenza al "tempo scuola". La scelta che opereranno i genitori - orario obbligatorio o orario obbligatorio integrato con quello facoltativo e opzionale (ex tempo normale e tempo pieno o prolungato) - stabilirà l'organico della singola scuola. Punto fortemente contestato dai sindacati, i quali ritengono che le famiglie di fatto determinano gli organici senza tener in alcun conto la professionalità dei docenti e la capacità educativa della scuola. La scelta del "tempo normale", difatti, comporta un notevole taglio di posti considerato che l'orario settimanale della scuola primaria e media è sceso a 27 ore, mentre il tempo pieno prevede tre ore settimanali in più e sei ore quello prolungato. Ore che consentono attivazione di nuove discipline e una migliore offerta formativa.


La nostra rivista online

Servizi e comunicazioni

Seguici su facebook
Rivista mensile Edizioni Conoscenza
Rivista Articolo 33

I più letti

Filo diretto sul contratto
Filo diretto rinnovo contratto di lavoro
Ora e sempre esperienza!
Servizi assicurativi per iscritti e RSU
Servizi assicurativi iscritti FLC CGIL

FERMIAMO L’AUTONOMIA DIFFERENZIATA!

Al via la
campagna referendaria.

APPROFONDISCI