FLC CGIL
Contratto Istruzione e ricerca, filo diretto

https://www.flcgil.it/@3773665
Home » Rassegna stampa » Rassegna stampa nazionale » GdM-Non ci assumono per risparmiare

GdM-Non ci assumono per risparmiare

scuola La denuncia dei precari. Una petizione "Non ci assumono per risparmiare" Il blocco delle assunzioni nelle scuole? Solo un escamotage del Governo per risparmiare o - come è stato ipoti...

25/01/2003
Decrease text size Increase text size
La Gazzetta del Mezzogiorno

scuola
La denuncia dei precari. Una petizione
"Non ci assumono per risparmiare"

Il blocco delle assunzioni nelle scuole? Solo un escamotage del Governo per risparmiare o - come è stato ipotizzato - per trasferire risorse finanziarie dalla scuola pubblica a quella privata. L'esempio della provincia di Bari è eloquente: ci sono un migliaio di posti "vacanti" che potrebbero essere coperti con altrettante immissioni in ruolo, iniziando così a combattere le sacche di precariato, considerato un vero e proprio flagello fonte di tanti guai, didattici e familiari.
È per tanti versi il dato più sconcertante emerso ieri pomeriggio, nel corso dell'assemblea unitaria, promossa da Cgil, Cisl e Uil del comparto scuola, che si è tenuta nella sala conferenze dell'Itas Elena di Savoia, al polivalente. Una assemblea alla quale hanno partecipato un migliaio di docenti, precari e non, e di operatori del settore Ata. Una presenza massiccia, visto che in molti sono venuti con carovane di pullman dalla provincia (e anche dal Leccese) pur di testimoniare con la loro presenza la volontà di battersi per una "vertenza" che si preannuncia lunga e difficile.
L'obiettivo delle tre confederazioni sindacali è stato puntato sul nodo del reclutamento del personale docente, disciplinato dall'articolo 5 del disegno di legge-delega sulla riforma. Un disegno di legge che è ancora fermo in 7a commissione della camera dei deputati. Un problema che va valutato anche in prospettiva futura, visto che il Governo dopo aver tagliato 8500 posti per quest'anno, ha intenzione di procedere a una ulteriore taglio di 12.651 unità per il prossimo anno.
Ma la preoccupazione dei sindacati è anche quella che sia ridotto drasticamente il riconoscimento e la certificazione degli alunni disabili, affidando questo compito a speciali commissioni mediche, che dovrebbero agire sui specifici criteri che il Consiglio dei ministri stabilirà con decreto.
Ieri dunque la piaga del precariato nella scuola è tornata al centro del dibattito: un precariato alimentato da scelte discutibili come l'esternalizzazione dei servizi di pulizia (affidati ai lavoratori socialmente utili). "Sono numeri ai limiti della vertenza Fiat - ha osservato Lena Gissi, segretaria provinciale della Cisl-scuola" mentre il segretario della Uil-scuola, Andrea Misceo, ha invitato tutti a battersi per salvaguardare i diritti di famiglie, docenti e studenti. Invece Maurizio Lembo, segretario provinciale della Cgil-scuola, ha auspicato che il governo rimuova il blocco delle assunzioni valutando la situazione provincia per provincia.
Nel corso dell'assemblea sono stati resi noti anche i dati della petizione che le tre confederazioni sindacali hanno promosso con una raccolta di firme, circa un migliaio, che saranno consegnate oggi ai parlamentari pugliesi, durante l'incontro che si terrà nella sede della Cisl, in via Carulli. Si confida molto sulla loro presenza (ieri nessuno si è presentato). Ai parlamentari infatti è affidato il compito di farsi portavoce presso il Governo con la loro importante opera di mediazione. All'assemblea hanno partecipato anche il segretario regionale della Uil-scuola Attilio D'Ercole, il segretario nazionale della Uil-scuola, Pasquale Proietti e il segretario nazionale della Cgil-scuola, Luciano Lioli. È stato anche preannunciato un sit-in davanti alla sede del ministero Istruzione, Università e Ricerca.

Nicola Patruno


La nostra rivista online

Servizi e comunicazioni

Seguici su facebook
Rivista mensile Edizioni Conoscenza
Rivista Articolo 33
Filo diretto sul contratto
Filo diretto rinnovo contratto di lavoro
Ora e sempre esperienza!
Servizi assicurativi per iscritti e RSU
Servizi assicurativi iscritti FLC CGIL