FLC CGIL
Iscriviti alla FLC CGIL

http://www.flcgil.it/@3960125
Home » Università » AFAM » AFAM, dimissioni dal servizio dall’a.a. 2021/2022: le domande vanno presentate entro il 1° febbraio 2021

AFAM, dimissioni dal servizio dall’a.a. 2021/2022: le domande vanno presentate entro il 1° febbraio 2021

La nota, ai fini dell’accesso al pensionamento, illustra tra l’altro i requisiti Fornero, la quota 100, l’opzione donna e l’istituto previdenziale dell’APE Sociale.

13/01/2021
Decrease text size Increase  text size
Vai agli allegati

Il Ministero dell’Università e della Ricerca con la nota 557 del 13 gennaio 2021 fornisce le indicazioni operative relative alle modalità ed alla tempistica delle cessazioni dal servizio dal 1° novembre 2021 del personale docente e tecnico amministrativo del settore AFAM. La nota contempla tutta la normativa vigente in materia di accesso al pensionamento: la riforma Fornero, il DL 4/19 (così detta quota 100), l’opzione donna e il trattamento previdenziale dell’APE sociale, il cumulo pensionistico.

Il 1° febbraio 2021 è il termine ultimo per la presentazione delle domande di:

  • cessazione dal servizio a qualsiasi titolo,
  • trattenimento in servizio oltre il limite di età,
  • trasformazione del rapporto di lavoro in tempo parziale per il personale tecnico e amministrativo con contestuale riconoscimento del trattamento di pensione, ai sensi del decreto 29 luglio 1997 n. 331 del Ministro per la Funzione Pubblica.

L’eventuale rinuncia alla domanda di cessazione dovrà avvenire entro la data dell’8 febbraio 2021.

Pubblicheremo a breve una scheda riepilogativa dei requisiti pensionistici necessari per andare in pensione dal 1° novembre del 2021.
Nel frattempo vi invitiamo a recarvi presso le sedi della FLC CGIL e del Patronato INCA CGIL per accertare il diritto a pensione con uno degli strumenti previsti dalla vigente normativa previdenziale.