FLC CGIL
Testo CCNL Istruzione e Ricerca

http://www.flcgil.it/@3879812
Home » Scuola » Rispondiamo a Berlusconi sulla scuola pubblica

Rispondiamo a Berlusconi sulla scuola pubblica

La FLC CGIL intende dare voce all'indignazione del Paese.

01/03/2011
Decrease text size Increase  text size

Il 26 febbraio il Premier Berlusconi ha espresso giudizi estremamente negativi sulla scuola pubblica e sugli insegnanti. Riportiamo in sintesi alcune sue  frasi:

  • la scuola pubblica non educa, e c’è il rischio che ai genitori possa essere impedito di scegliere per i figli una scuola privata, lasciandoli così in balia di insegnanti che non sono in grado di educare”.
  • “gli insegnanti inculcano idee diverse da quelle che vengono trasmesse nelle famiglie”.
  • “la scuola pubblica insegna principi contrari a quelli delle famiglie”.

Poi il Premier ha cercato in modo patetico e goffo di correggere quanto aveva detto il giorno precedente.

Di fronte a queste affermazioni di una gravità inaudita abbiamo deciso di reagire mettendo a disposizione l'indirizzo email rispondiamoaberlusconi@flcgil.it per consentire a tutti gli operatori della scuola, ai genitori e agli studenti di poter esprimere la loro indignazione.

Aggiorneremo costantemente i lettori del sito sui messaggi che riceveremo e che verranno successivamente inviati sia al Ministro dell'istruzione che al Presidente del Consiglio.

Nei prossimi giorni promuoveremo altre iniziative di protesta per dire basta a questa campagna diffamatoria.

Servizi e comunicazioni

Articolo 33, la nostra rivista mensile
Articolo 33, la nostra rivista mensile
Filo diretto sul contratto
Filo diretto rinnovo contratto di lavoro
Ora e sempre esperienza!
Scuola: principali approfondimenti
Mobilità scuola 2018/2019
Testo Unico su salute e sicurezza integrato e aggiornato
Filo diretto sul contratto
Le funzioni nel consiglio di classe
Ricostruzione di carriera
Come si convocano i supplenti
Link utili
Logo MIUR
Logo MEF
Logo NOIPA
Logo INPS
Logo Fondo ESPERO
Logo EBINFOP
Seguici su facebook