FLC CGIL
Inchiesta nazionale sul lavoro promossa dalla CGIL

http://www.flcgil.it/@3811985
Home » Scuola » Corsi abilitanti DM 85/05 e immissioni in ruolo: incontro al MIUR

Corsi abilitanti DM 85/05 e immissioni in ruolo: incontro al MIUR

Nell’incontro al MIUR si sono affrontati i problemi relativi alle difficoltà nell’attivazione dei corsi abilitanti e ad un primo esame dei criteri per la ripartizione dei contingenti delle immissioni in ruolo.

14/06/2006
Decrease text size Increase  text size

Si è tenuto oggi un incontro al MIUR per affrontare le questioni relative all’attivazione dei corsi abilitanti previsti dalla L. 143/04 e dal DM 85/05 e per una prima informazione sulla ripartizione dei contingenti delle immissioni in ruolo.

Corsi abilitanti

L’amministrazione ha inizialmente illustrato la situazione di alcuni corsi non attivati del precedente DM 21/05. Si tratta di 187 docenti precari, prevalentemente ITP, per i quali i corsi non sono stati attivati. Per garantire l’acquisizione dell’abilitazione è previsto, per le classi di concorso dove è possibile l’accorpamento con i corsi del DM 85/05, mentre per le altre, l’Università di Roma sta predisponendo un percorso formativo on-line con le attività laboratoriali nelle singole sedi scolastiche. A giorni dovrebbe essere predisposto un apposito provvedimento di attivazione a cui i singoli aspiranti potranno aderire.

Per quanto riguarda i corsi previsti dal Dm 85/05 l’amministrazione ci ha illustrato la nota 1098 del 5/6/2006 del Ministero dell’Università, senza sentire le organizzazioni sindacali, che individua una immediata attivazione dei corsi per la scuola dell’infanzia e primaria (tra giugno e luglio in quasi tutte le regioni), mentre per la scuola secondaria si prevede la partenza entro il mese di settembre.

Nella nota 780 , di accompagnamento del ministero dell’istruzione viene chiarito che l’iscrizione con riserva nelle graduatorie permanenti, che avverrà nel prossimo autunno, sarà comunque relativa all’a.s. 2006/07.

Come FLC Cgil abbiamo rimarcato l’esigenza che i tempi siano abbreviati il più possibile per garantire la conclusione entro l’a.a. 2005/06 come prescritto dal DM 85/05.

Abbiamo anche segnalato, unitamente a CISL e UIL, l’anomala situazione di alcune Università che hanno previsto la durata dei corsi anche per l’a.a. 2006/07. E’ stata anche segnalata la situazione della Sardegna nella quale sarebbero attivati corsi solo per 138 aspiranti su 414. L’amministrazione si è riservata una verifica e un intervento concordato con il Ministero dell’Università per garantire il pieno rispetto delle scadenze.

Ci è stato comunicato che nei prossimi giorni sarà costituito un apposito gruppo tecnico tra il Ministero dell’Istruzione e quello dell’Università per seguire da vicino l’iter dei corsi.

Immissioni in ruolo

Nell’incontro ci è stato fornita una prima informazione sui posti disponibili e sui criteri per la ripartizione dei contingenti.

I posti vacanti per i docenti sono 62.046 mentre per gli ATA sono 78.288. L’amministrazione ha riconfermato i numeri di assunzioni previste (20.000 docenti/educatori e 3.500 ATA).

Come FLC Cgil abbiamo ribadito la richiesta di unsignificativo incremento del contingente fin da questo anno scolastico oltre alla predisposizione di un piano di assunzione su tutti i posti vacanti.

Per quanto riguarda i criteri di ripartizione si è confermata la distribuzione proporzionale per provincia/posto/profilo con alcuni correttivi:

Docenti

  • sarà assegnato un posto, se disponibile, a tutte le classi di concorso a bassa diffusione territoriale;

  • saranno assegnati tutti i posti di strumento musicale pari agli inclusi nella seconda (ex prima) fascia delle graduatorie permanenti;

  • Sarà data indicazione alle direzioni regionali di provvedere al recupero, nei limiti delle disponibilità, dei posti non assegnati lo scorso anno per mancanza di aspiranti e utilizzati per altra classe di concorso/tipo di posto.

ATA

  • sarà assegnato almeno un posto per ogni profilo, se disponibile, in tutte le province.

La prossima settimana ci sarà fornito una prima ipotesi di ripartizione e martedì 27 giugno si terrà un incontro in cui saranno definite tutte le procedure e i contingenti definitivi.

Come FLC Cgil, unitamente alle altre organizzazioni sindacali, abbiamo ribadito la richiesta, che eventuali posti assegnati a personale già di ruolo in altro ordine o profilo siano restituiti al posto/profilo di arrivo in modo da risultare neutri per i precari. L’amministrazione si è riservata di verificare la praticabilità di tale soluzione.

Roma, 14 giugno 2006

Servizi e comunicazioni

Rivista mensile Edizioni Conoscenza
Rivista Articolo 33
Filo diretto sul contratto
Filo diretto rinnovo contratto di lavoro
Ora e sempre esperienza!
Scuola: principali approfondimenti
Mobilità scuola 2018/2019
Testo Unico su salute e sicurezza integrato e aggiornato
Filo diretto sul contratto
Le funzioni nel consiglio di classe
Ricostruzione di carriera
Come si convocano i supplenti
Link utili
Logo MIUR
Logo MEF
Logo NOIPA
Logo INPS
Logo Fondo ESPERO
Logo EBINFOP
Seguici su facebook