FLC CGIL
Emergenza Coronavirus: notizie e provvedimenti
http://www.flcgil.it/@3833809
Home » Scuola » Contratto scuola: il 6 aprile il Governo ha sottoscritto una intesa con il sindacato. I lavoratori della scuola ne esigono il rispetto

Contratto scuola: il 6 aprile il Governo ha sottoscritto una intesa con il sindacato. I lavoratori della scuola ne esigono il rispetto

La Direttiva madre del Governo sui contratti pubblici non corrisponde agli impegni assunti minando la possibilità di un rapido negoziato contrattuale. I sindacati pronti a proclamare la data dello sciopero di maggio se non si rispetterà l'Accordo del 6 aprile 2007

12/04/2007
Decrease text size Increase  text size

CONTRATTO SCUOLA: IL 6 APRILE IL GOVERNO HA SOTTOSCRITTO UNA INTESA CON IL SINDACATO.
I LAVORATORI DELLA SCUOLA NE ESIGONO IL RISPETTO

Comunicato stampa dei Segretari generali
FLC CGIL, CISL SCUOLA, UIL SCUOLA

La Direttiva madre del Governo sui contratti pubblici cambia su punti rilevanti le Intese raggiunte con il Governo fissando vincoli e condizioni inaccettabili per la contrattazione.
Infatti, il testo contiene elementi negativi non previsti nell’accordo minando la possibilità di un rapido negoziato contrattuale.

In particolare, la Direttiva introduce:

  • il tetto del 4,46% agli incrementi, comprensivi della produttività, come rigidità invalicabile per l’Aran, tetto non previsto dall’accordo di Palazzo Chigi e che non consente l’incremento di 115 euro mensili (5,01%) previsti per il comparto scuola;

  • limiti alla contrattazione integrativa che modificano unilateralmente le regole sulla contrattazione.

Il Governo non si rende conto del disagio dei lavoratori della scuola, che con un contratto scaduto da 16 mesi, stipendi medi di 1.200 euro, garantiscono ogni giorno con impegno e professionalità il buon funzionamento della scuola statale italiana.

E’ una Direttiva che non corrisponde agli impegni assunti.

A fronte di tale atto sollecitiamo al Governo di tornare all’Accordo del 6 aprile e consentire l’avvio del negoziato per il contratto.

Se così non sarà nei prossimi giorni definiremo la data dello sciopero generale del comparto scuola per il mese di maggio.

Esprimiamo forte preoccupazione per tale incomprensibile posizione del Governo che se confermata produrrà una fine di anno scolastico davvero complicata.

Enrico Panini - Francesco Scrima - Massimo Di Menna

Roma, 12 aprile 2007

Servizi e comunicazioni

Il CAAF CGIL ti è vicino
Il CAAF CGIL ti è vicino
Filo diretto sul contratto
Filo diretto rinnovo contratto di lavoro
Ora e sempre esperienza!
Scuola: principali approfondimenti
Mobilità scuola 2018/2019
Testo Unico su salute e sicurezza integrato e aggiornato
Filo diretto sul contratto
Le funzioni nel consiglio di classe
Ricostruzione di carriera
Come si convocano i supplenti
Link utili
Logo MIUR
Logo MEF
Logo NOIPA
Logo INPS
Logo Fondo ESPERO
Logo EBINFOP
Seguici su facebook