FLC CGIL
Contro la regionalizzazione del sistema di istruzione fima anche tu

http://www.flcgil.it/@3831661
Home » Scuola » Comunicazione contratti scuola ai centri per l’impiego: ll MPI recepisce le indicazioni del Ministero del Lavoro

Comunicazione contratti scuola ai centri per l’impiego: ll MPI recepisce le indicazioni del Ministero del Lavoro

Nella nota si sottolinea la peculiarità della scuola e si auspicano ulteriori interventi di semplificazione

28/02/2007
Decrease text size Increase  text size

Lo scorso 20 febbraio il Ministero della Pubblica Istruzione ha emanato la Nota Protn n. 2977 nella quale comunica alle scuole quanto stabilito dal Ministero del lavoro rispetto alla comunicazione dei contratti ai centri per l’impiego di cui avevamo già dato notizia lo scorso 16 febbraio.

Nella nota si ribadisce la specificità della scuola per quanto riguarda le supplenze temporanee e si esplicita l’esigenza di ulteriori chiarimenti che, pur nel rispetto dell’obbligo di comunicazione, rendano meno gravosi gli adempimenti per le scuole, come da noi richiesto fin dall’approvazione della legge finanziaria 2007.
Non si può scaricare sulle segreterie un numero sempre maggiore di pratiche, senza tenere conto che nell’arco della giornata, il personale amministrativo deve già svolgere molti adempimenti tutti doverosi (es. chiamata dei supplenti) e importanti per il funzionamento didattico e amministrativo della scuola.

E’ evidente, quindi, che siamo ancora in una fase interlocutoria per quanto attiene la definizione delle modalità attuative di una norma che innova in modo significativo in materia di contratti a tempo determinato, di cui alle scuole non sono pervenute le necessarie informazioni operative da parte dell’Amministrazione scolastica.

Chiediamo pertanto al Ministero della P.I. di intervenire nei confronti del Ministero del Lavoro per consentire alle scuole di sanare le eventuali inadempienze nel frattempo verificatesi, evitando in tal modo le sanzioni.
Del resto lo stesso carteggio interministeriale lasciava chiaramente intendere che si era ancora in una fase di attesa rispetto alla definizione delle modalità attuative della norma stessa.

La FLC Cgil reputa, in ogni caso, inopportuno l’ eccesso di zelo manifestato da qualche Ispettorato del Lavoro nei confronti delle scuole statali, che hanno precise e rigorose regole di reclutamento, quando ben altri sono i settori su cui sarebbe necessario intervenire con tempestività per combattere il lavoro nero ed irregolare.

Roma, 28 febbraio 2007

Servizi e comunicazioni

Filo diretto sul contratto
Filo diretto rinnovo contratto di lavoro
Ora e sempre esperienza!
Scuola: principali approfondimenti
Mobilità scuola 2018/2019
Testo Unico su salute e sicurezza integrato e aggiornato
Filo diretto sul contratto
Le funzioni nel consiglio di classe
Ricostruzione di carriera
Come si convocano i supplenti
Link utili
Logo MIUR
Logo MEF
Logo NOIPA
Logo INPS
Logo Fondo ESPERO
Logo EBINFOP
Seguici su facebook