FLC CGIL
http://www.flcgil.it/@3843829
Home » Scuola » Collaboratori coordinati e continuativi ex LSU: prorogati i contratti per il 2008

Collaboratori coordinati e continuativi ex LSU: prorogati i contratti per il 2008

Firmata la proroga ma adesso a finanziaria approvata dovrà partire il vero confronto.

28/12/2007
Decrease text size Increase  text size

Come previsto, nessun problema per la proroga dei contratti per i quasi mille collaboratori coordinati e continuativi ex LSU delle scuole. La nota 24312 del 27 dicembre 2007 che prevede la continuazione del rapporto di lavoro senza soluzione di continuità è stata inviata ieri.

Adesso dovrà proseguire il confronto sulla stabilizzazione seguendo la strada tracciata dall'incontro del 30 novembre, in cui si è preso atto delle indicazioni dell'allora disegno di legge finanziaria ormai diventato legge (vedi il nostro dettagliato commento in particolare l'articolo 3 commi da 86 a 106).

Roma, 28 dicembre 2007
____________________

Ministero della Pubblica Istruzione
Dipartimento per l'Istruzione
Direzione generale per il personale della scuola
Ufficio VIII

Verbale della riunione del 30 novembre 2007

Facendo seguito alle precedenti riunioni ed in esito a quanto richiesto dalle OO. SS., si è svolta in data odierna presso questo Ministero - con inizio alle ore 10,30, presente anche il Direttore Generale della Direzione del personale della scuola - un apposito incontro, relativamente alla piattaforma giuridico/economico del personale coinvolto, con particolare riguardo a quanto previsto dall'articolo 93 del disegno di legge finanziaria recentemente approvato dal Senato, in ordine alle possibilità di stabilizzazione del personale attualmente impegnato in attività di collaborazione coordinata e continuativa.

Ad esso hanno partecipato le Organizzazioni FLC-CGIL, CISL Scuola, UIL Scuola, SNALS-CONFSAL, CONFSAL, NidiL CGIL, Cpo UIL ed Alai CISL, come da unito elenco.

Dopo un breve cenno di saluto, l'Amministrazione - dopo aver preliminarmente ricordato che l'attività svolta dal lavoratore realizza una prestazione d'opera, di carattere personale, svolta con continuità e sotto la coordinazione del datore di lavoro, che, pur presentando forme di affinità con il lavoro subordinato, mantiene, però, la natura giuridica di lavoro autonomo - ha proceduto ad una disamina collegiale dell'emananda normativa suindicata.

Successivamente hanno preso la parola tutti i presenti, convenendo sostanzialmente sulla necessità del reperimento delle più idonee e tempestive modalità di stabilizzazione - adottabili, ovviamente, a percorso normativo concluso - da inquadrare in un contesto complessivo afferente l'intero personale ATA, in maniera progressiva ed ipotizzando anche soluzioni di carattere alternativo e tali, comunque, da scongiurare ogni possibile conflittualità tra i diversi lavoratori coinvolti.

Ai fini di cui sopra, per l'individuazione delle migliori soluzioni, l'Amministrazione, accogliendo le proposte dei Sindacati, ha ribadito che provvederà al completamento dell'acquisizione - con opportune modalità - delle informazioni relative al personale interessato, con particolare riguardo all'età, alla localizzazione scolastica, al profilo operativo (amm.vo o tecnico), al titolo di studio posseduto ed alla situazione previdenziale e contributiva in relazione alla situazione maturata. In ciò, integrando quanto già in proprio possesso.

A fronte, poi, delle altre richieste contenute nella piattaforma sindacale, si è ribadito quanto segue:

  • Formazione: riconoscimento della possibilità, da parte del personale in questione, di partecipare alle attività formative congrue con i rispettivi compiti, sia in presenza che con procedure multimediali, A tale ultimo riguardo, l'Amministrazione ha assicurato di aver provveduto a far rimuovere gli eventuali ostacoli tecnici sussistenti, riservandosi di procedere - ove sussistessero ulteriori difficoltà - ad attivarsi opportunamente;
  • Tutele sociali: alla luce di quanto già previsto dalla vigente Legge Finanziaria nonché dal recente Decreto Interministeriale 12 luglio 2007, n. 2312 - in ordine alla maternità delle lavoratrici a progetto, pubblicato sulla G.U. n. 247 del 22 ottobre u.s. - impegno ad ulteriori approfondimenti per la verifica dell'eventuale possibilità di estensione alla categoria interessata di altre garanzie e tutele, prime fra tutte quella dell'usufruibilità di assenze retribuite per assistenza a familiari portatori di handicap;
  • Adeguamento compensi: impegno ad ulteriori, necessari approfondimenti per verificare l'eventuale possibilità e relativa modalità d'integrazione dei compensi per i Cococo, una volta concluse, sul territorio, le procedure di gara afferenti ai servizi prestati nelle scuole dal personale ex LSU, atteso che le risorse per tali compensi rientrano nel plafond complessivo assegnato per l'intera categoria di riferimento.

Concordato quanto sopra, si è convenuto per un prossimo incontro entro gennaio 2008, a normativa finanziaria definita, con l'invito - nell'ottica dell'abituale, fattiva partecipazione sinergica - anche alla presentazione, in tale sede, di eventuali suggerimenti e proposte, come utile elemento di discussione per il reperimento di soluzioni idonee e condivise.

Ringraziati i presenti, la riunione si è conclusa alle ore 13,30.

Roma, 30 novembre 2007

Servizi e comunicazioni

Scuola bene comune
Manifesto per la scuola aperta a tutti e a tutte
Verso il rinnovo del contratto
Verso il rinnovo del contratto
Ora e sempre esperienza!
Scuola: principali approfondimenti
Mobilità scuola 2017/2018
Cantiere scuola FLC CGIL: le nostre proposte
Linee guida contrattazione
Le funzioni nel consiglio di classe
Ricostruzione di carriera
Come si convocano i supplenti
Link utili
Logo MIUR
Logo MEF
Logo NOIPA
Logo INPS
Logo Fondo ESPERO
Logo EBINFOP
Seguici su facebook