FLC CGIL
Contro la regionalizzazione del sistema di istruzione fima anche tu

http://www.flcgil.it/@3831751
Home » Scuola » ATA: il MPI si confronta sul sistema di reclutamento

ATA: il MPI si confronta sul sistema di reclutamento

In una nota le OO.SS. avanzano le richieste e le rivendicazioni unitarie

02/03/2007
Decrease text size Increase  text size

Nell’ambito degli impegni assunti con FLC Cgil, CISL Scuola e UIL Scuola a seguito delle sollecitazioni unitarie, il MPI il 28 febbraio 2007 ha incontrato i sindacati sull’insieme dei problemi, ancora irrisolti, che gravano sul sistema di reclutamento ATA.

Pubblichiamo di seguito il testo del comunicato unitario FLC Cgil, Cisl Scuola e Uil Scuola.

FUNZIONALITÀ SERVIZI E LAVORO ATA: INCONTRO MPI-OO.SS.

Nella giornata del 28 febbraio 2007 è proseguito presso il MPI il confronto tra Amministrazione e OO. SS. sulla funzionalità dei servizi ATA.
L’incontro si è incentrato sulle problematiche relative al sistema di reclutamento ATA e alla necessità, posta da FLC CGIL, CISL Scuola e UIL Scuola, di definire un accordo programmatico con il MPI che definisca impegni e modalità d’intervento per risolvere i diversi problemi.

FLC CGIL, CISL Scuola e UIL Scuola hanno posto l’esigenza di una profonda revisione del sistema di reclutamento che realizzi:

  • il superamento del ricorso ai centri per l’impiego per i collaboratori scolastici;

  • la revisione del regolamento delle supplenze;

  • la riapertura delle graduatorie di II fascia;

  • l’avvio delle procedure di ripartizione dei contingenti per le immissioni in ruolo per il 2007.

Sulla base di queste considerazioni si è proceduto ad un primo esame delle questioni di merito. L’Amministrazione si è dichiarata disponibile a proseguire l’approfondimento su tutti i temi proposti e a verificare le condizioni per un accordo programmatico.
Nell’ambito dell’incontro FLC CGIL, CISL Scuola e UIL Scuola hanno ribadito all’Amministrazione quanto già rimarcato in precedenza circa la necessità che i singoli problemi del lavoro ATA siano affrontati nel contesto più generale della funzionalità dei servizi e della qualità del lavoro posti con la “Vertenza nazionale”. Di fronte alle scadenze e agli adempimenti posti dalla legge finanziaria in materia di riduzione degli organici è oramai ineludibile da parte del MPI l’assunzione del metodo di lavoro richiesto da parte sindacale: occorre riorganizzare il servizio, ridistribuire gli organici, garantire gli standard di funzionalità e la qualità dell’offerta formativa della scuola in rapporto alla domanda, ai bisogni dell’utenza e alle esigenze di valorizzazione professionale dei lavoratori.
Gli incontri proseguiranno con cadenza settimanale.

Roma, 2 marzo 2007

Servizi e comunicazioni

Filo diretto sul contratto
Filo diretto rinnovo contratto di lavoro
Ora e sempre esperienza!
Scuola: principali approfondimenti
Mobilità scuola 2018/2019
Testo Unico su salute e sicurezza integrato e aggiornato
Filo diretto sul contratto
Le funzioni nel consiglio di classe
Ricostruzione di carriera
Come si convocano i supplenti
Link utili
Logo MIUR
Logo MEF
Logo NOIPA
Logo INPS
Logo Fondo ESPERO
Logo EBINFOP
Seguici su facebook