FLC CGIL
Contro la regionalizzazione del sistema di istruzione fima anche tu

http://www.flcgil.it/@3951511
Home » Ricerca » Precari » CNR: la stabilizzazione di tutti l’obiettivo da raggiungere

CNR: la stabilizzazione di tutti l’obiettivo da raggiungere

Aggiornamento del Piano di Fabbisogno 2019.

29/05/2019
Decrease text size Increase  text size

Il 22 maggio il CNR ha inviato alle organizzazioni sindacali l’aggiornamento del Piano di Fabbisogno 2019, su cui la FLC CGIL pur rilevando prime note positive relativamente alla valorizzazione del personale strutturato, aveva espresso preoccupazione relativamente al completamento del processo di stabilizzazione attuativo del D.Lgs 75/17 art. 20 C1 e C.2. Per la FLC CGIL la proposta di aggiornamento del PdF 2019 era inadeguata e parziale, soprattutto priva del formale impegno dell’Ente a completare la stabilizzazione di tutte le lavoratrici e di tutti i lavoratori in possesso dei requisiti Madia. Lavoratrici e lavoratori che con onestà continuano il loro lavoro fondamentale per l’Ente, seppure in un clima di profonda incertezza.

Nel corso dell’assemblea indetta dalla FLC CGIL il 27 maggio, in concomitanza della seduta del CdA, sono state espresse forti preoccupazioni e chiesto con forza al presidente Inguscio e ai consiglieri incontrati prima del CdA, un impegno concreto, ossia l’adozione di un atto formale che preveda il completamento del processo di stabilizzazione per tutti i precari in possesso dei requisiti di cui al D.Lgs 75/17 art. 20 C.1 e C.2.

Al termine del CdA la dr.ssa Gabrielli, il DG dr. Brignone e il consigliere Mocella hanno informato il personale, riunito in assemblea, che il CdA aveva deliberato l’aggiornamento del PdF e l’assunzione di complessivi 208 C2, per i primi 104 la presa di servizio è programmata al 1° luglio, mentre per gli ulteriori 104 al 30 settembre 2019. Relativamente alla richiesta di formalizzare un atto concreto che impegni l’Ente alla prosecuzione del processo di stabilizzazione, ha informato l’assemblea che il CdA ne aveva discusso e che il presidente avrebbe assunto un provvedimento, che prevede entro il 2019, una terza tranche di assunzione dei C2 e dei C1 non prioritari a partire da coloro che sono in servizio presso l’Ente se, la previsione di un aumento del FOE per il 2019 sarà confermata. Provvedimento che sarà formalizzato e inviato ai sindacati.

La FLC CGIL, esprime soddisfazione per i 208 precari che finalmente potranno avere un futuro stabile, auspica l’impegno di tutti ad operare per la stabilizzazione di tutti i precari che rappresentano il futuro per l’Ente.

Altre notizie da: