FLC CGIL
http://www.flcgil.it/@3931083
Home » Notizie dalle Regioni » Sicilia » Elezioni RSU CPIA in Sicilia: prima la FLC CGIL!

Elezioni RSU CPIA in Sicilia: prima la FLC CGIL!

La nostra organizzazione sindacale conquista nove seggi su ventisei.

08/04/2016
Decrease text size Increase  text size

Il 16 dicembre 2015, la FLC CGIL siciliana, con le altre organizzazioni sindacali di categoria rappresentative del comparto scuola, si è fatta promotrice dell’indizione delle elezioni RSU nei dieci CPIA dell’isola utilizzando la medesima tempistica. Qualche ritardo hanno registrato il CPIA 1 di Catania, il cui esito elettorale è stato appena pubblicato, e il CPIA di Messina, presso cui dovranno essere riavviate le procedure, a testimoniare la complessità organizzativa delle neonate istituzioni che, nel nostro sistema scolastico, si occupano dell’istruzione degli adulti.

Su 609 voti validi in 9 istituzioni che hanno effettivamente votato sulle 10 esistenti in Sicilia, questo l’esito: 227 FLC CGIL – 154 CISL Scuola – 44 UIL Scuola – 80 SNALS Confsal – 16 Gilda Unams – 63 Anief – 17 Cobas – 8 UniCobas, mentre i seggi conquistati, cono così distribuiti: 9 FLC CGIL – 7 CISL Scuola – 3 UIL Scuola – 3 SNALS Confsal – 1 Gilda Unams – 3 Anief .

Esito voto elezioni CPIA in Sicilia 2016

Dotare queste scuole anche dell’organismo sindacale necessario alla gestione delle risorse è stata un’azione importante, che rafforza l’autonomia e il ruolo delle neonate istituzioni, nuovo sistema dell’Istruzione degli Adulti. Ricordiamo, infatti, che solo dal 1 settembre 2015 in Italia, con notevole ritardo rispetto al contesto europeo, mediante la costituzione dei CPIA, viene sancito il riconoscimento dell’importanza dell’apprendimento permanente.

Già l’1 e 2 dicembre scorsi, la Segreteria regionale della FLC CGIL Sicilia con la presenza della Segretaria nazionale, Anna Fedeli, ha promosso due seminari regionali a Catania e a Palermo, dal tema: "Istruzione per gli adulti: una grande opportunità per il paese".

Graziamaria Pistorino, Segretaria Generale della FLC CGIL Sicilia, dichiara: “Attraverso elezioni contemporanee in tutti i CPIA della Sicilia, abbiamo voluto assegnare la giusta importanza, anche nella rappresentanza sindacale di scuola, ad un settore che, se è stato riorganizzato e riformato, necessita di ulteriore sostegno ed attenzione per la centralità del ruolo che esercita nel nostro Paese ed in particolare nella nostra regione, a causa delle sue particolari caratteristiche socio culturali ed economiche, ma anche per il massiccio flusso migratorio da cui è attraversata. La discussione che abbiamo avviato insieme ai colleghi dei CPIA in Sicilia, pertanto, vedrà ulteriori approfondimenti, insieme ai neo eletti delegati RSU e proseguirà con un piano regionale di formazione sulla contrattazione di scuola.”

E conclude: “Non dimenticheremo di certo di richiamare le Amministrazioni centrali e periferiche al loro compito di garantire l’avvio del nuovo sistema, facilitando i processi di costruzione delle nuove autonomie scolastiche e garantendo le risorse opportune, sia ai fini amministrativi-gestionali, sia ai fini didattici, sia per la realizzazione di quelle attività di studio e di ricerca che caratterizzano i nuovi CPIA. Dopo l’esito del voto RSU CPIA in Sicilia, lo faremo con la consapevolezza di rappresentare, anche in modo numericamente importante, i principali attori di un segmento della formazione, quello dedicato agli adulti, che per la specifica mission affidata dalla Costituzione alla Scuola pubblica, deve raggiungere tutta quella parte di popolazione che sempre più ha bisogno di un percorso di studio, sia esso finalizzato a una collocazione o ricollocazione nel mercato del lavoro, che all’esercizio dei diritti di cittadinanza”.