FLC CGIL
Inchiesta nazionale sul lavoro promossa dalla CGIL

http://www.flcgil.it/@3835101
Home » Notizie dalle Regioni » Marche » Marche: emergenza organici nella scuola pubblica

Marche: emergenza organici nella scuola pubblica

Tra le problematiche evidenziate c’è innanzitutto quella degli organici, oltre che quella finanziaria a partire dalla mancanza di risorse per pagare i supplenti, la Tarsu e i debiti di molte scuole

17/05/2007
Decrease text size Increase  text size

Al Presidente Giunta Regionale Marche
Al Presidente ANCI Marche
Al Presidente UPI Marche
All’Assessore Regionale P.I.
Agli Assessori Provinciali P.I.
Ancona-Pesaro-Macerata-Ascoli P.
Ai Capo Gruppi Consiliari Regione Marche
Ai Parlamentari delle Marche

Oggetto: ancora sull’emergenza organici scuola pubblica nelle Marche, “La scuola messa in gravi difficoltà senza contratto. Confermato sciopero 4 Giugno

Torniamo a sollecitare e sensibilizzare ognuno di Voi, per il ruolo che istituzionalmente ricoprite - va detto che siamo stati convocati dalla Commissione Consiliare Permanente il 18 aprile u.s. - per segnalarvi la difficile situazione che si creerà in tutte le scuole. Ieri ci è stato comunicato dall’Ufficio Regionale Scolastico delle Marche il taglio disposto dal Ministero di 103 posti del personale ATA - ovvero assistenti amministrativi, tecnici, e collaboratori scolastici. Questo si sommerà a quello di 137 docenti per un totale di 240 posti in meno nelle Marche: ciò renderà difficile l’ordinaria attività di tutte le scuole e penalizzerà, in modo ancor più marcato, la scuola primaria e secondaria in ogni comune della regione.

Gli organici non sono oggetto di contrattazione, il problema è politico. E’ indetto uno sciopero generale per il contratto, del comparto scuola, ma tra le problematiche evidenziate, che affliggono la scuola pubblica, c’è innanzitutto quella degli organici, oltre che quella finanziaria (le mancate risorse per pagare i supplenti, la Tarsu, e i debiti di molte scuole).

Le scuole pubbliche delle Marche, con l’aumento di c.a. 11.000 alunni, compreso un significativo numero di stranieri, dopo i tagli susseguitisi nel tempo, non razionalizzazioni, rischiano di non poter garantire l’ordinario funzionamento, provocando un danno inaccettabile e ingiusto, innanzitutto per gli studenti ed i lavoratori. Vi chiediamo di attivare ogni Vostro canale istituzionale per far si che questo non accada. Non chiediamo privilegi, non sono richieste corporative, tutto ciò accade più o meno in tutta Italia: parlate con le scuole, con i Dirigenti scolastici tutti preoccupati, in alcuni casi, persino di non riuscire ad aprire le scuole, di dover tagliare corsi, limitare l’attività didattica. Tutto a deperimento della scuola che noi invece volgiamo sia pubblica e di qualità.

Certi del Vostro interessamento porgiamo distinti saluti

Le Segreterie Regionali Marche
FLC Cgil - Marinari
CISL Scuola - Conti
UIL Scuola - De Dominicis
Snals-Confsal - Martano

Ancona, 16 maggio 2007

IL COMUNICATO UNITARIO

Tag: organici