FLC CGIL
http://www.flcgil.it/@3943357
Home » Notizie dalle Regioni » Lombardia » Pavia » Università di Pavia: sottoscritto accordo integrativo per i Collaboratori Esperti Linguistici

Università di Pavia: sottoscritto accordo integrativo per i Collaboratori Esperti Linguistici

Siamo soddisfatti di questo accordo che valorizza professionalmente ed economicamente l’attività di insegnamento, molto preziosa, dei CEL.

18/10/2017
Decrease text size Increase  text size

Dopo un periodo di lunghissima ultrattività del Contratto Collettivo Integrativo precedente (la sottoscrizione del vecchio accordo risale addirittura al lontano dicembre 2007!), dopo più di 1 anno di trattativa complicata e complessa, condizionata in parte anche dalla lungaggini burocratiche determinate dai “pronunciamenti” dei Revisori dei Conti, è stato sottoscritto lunedì 16 ottobre 2017 l’accordo integrativo definitivo sui CEL (Collaboratori Esperti Linguistici). Leggi il testo dell’accordo.

Siamo soddisfatti di questo accordo sottoscritto a livello integrativo che valorizza professionalmente ed economicamente l’attività di insegnamento, molto preziosa, dei CEL. Probabilmente è tra i primi (se non il primo) accordo in Italia a recepire le progressioni economiche triennali previste per i ricercatori a tempo definito, a cui i colleghi CEL sono equiparati dalla sentenza della Corte di giustizia europea. Sottolineiamo però che l’efficacia e l’applicazione completa di questo accordo sarà ancora (purtroppo) subordinata e quindi di fatto “ostaggio” del pronunciamento sugli scatti economici biennali, ancora “non pervenuto” dai Revisori.

Contestualmente alla firma finale di questo accordo, abbiamo giocoforza dovuto occuparci (e questa purtroppo è la nota dolente finale dell’intera vicenda sui CEL), di una situazione incresciosa che si sta determinando in Ateneo a cui noi proviamo a far fronte ed arginare con un’iniziativa unitaria (RSU ed organizzazioni sindacali) che denunciamo e di cui vi portiamo a conoscenza.

Partendo da un caso concreto (probabile eliminazione dell’insegnamento della lingua portoghese) e la continua emissione anche in questo Ateneo di bandi per “addestratore linguistico”, ovviamente retribuiti al ribasso e con condizioni di lavoro peggiorative, come purtroppo già accaduto in altri Atenei in un passato recente, si stanno progressivamente inserendo ulteriori forme di precariato per il supporto dell’insegnamento delle lingue che potenzialmente determineranno in futuro, anche per gli stessi CEL (quindi doppio effetto negativo) una sorta di  “demansionamento e dequalificazione” professionale. Tutto questo per confermare che la questione dei “bandi di addestratori linguistici” è una questione oramai di portata e valenza nazionale.
_______________________

Al Direttore Generale Dott.ssa Emma Varasio
p.c. Al Delegato per le Risorse Umani Prof. Pietro Previtali
Al Dirigente del Personale Dott.ssa Loretta Bersani

Pavia, 25 settembre 2017

Oggetto: richiesta di informazioni per il futuro della didattica CEL di lingua portoghese e richiesta documentazione

Gentile Dott.ssa Varasio,
con la presente, la RSU e le OO.SS desiderano esprimere forte preoccupazione e chiedere delucidazioni e maggiori informazioni circa la situazione assai preoccupante (della quale la RSU è venuta a conoscenza in modo del tutto fortuito e informale) riguardante la didattica della lingua portoghese presso il Dipartimento di Studi Umanistici.

Come forse già saprà, a partire da questo anno accademico, non viene più proposto l’insegnamento delle lingua portoghese presso il Corso di laurea in Lingue e Culture moderne, dal primo anno della Laurea Triennale.

Poiché questa decisione potrebbe avere ripercussioni sul futuro lavorativo di una collega Collaboratrice ed Esperta Linguistica e poiché non vi è stata nessuna comunicazione ufficiale alla diretta interessata, riteniamo necessario acquisire, quanto prima, la delibera del Consiglio didattico di Lingue che l’ha autorizzata nonché la delibera del Consiglio di Dipartimento di Studi Umanistici, così come le comunicazioni intercorse tra lo stesso Dipartimento e la Presidente del Centro Linguistico, struttura di afferenza dei Collaboratori ed esperti linguistici in servizio presso questo Ateneo.

La RSU coglie l’occasione per reiterare le due richieste formulate in contrattazione (il 14 giugno) e trasmesse circa tre mesi fa, per posta elettronica, in data 22 giugno 2017:

  1. relativamente al bando per addestramento linguistico emanato dal Centro Linguistico, ossia di ricevere le due delibere del Comitato Tecnico-Scientifico del Centro Linguistico di Ateneo, ivi citate nonché i verbali delle sedute dello stesso CTS svoltesi in data 11 aprile 2017 e 30 maggio 2017;
  2. la richiesta di ricevere, da parte dell’Amministrazione, la delibera del Consiglio di Amministrazione che autorizza e licenzia il bando, così come previsto dal Regolamento sul conferimento di contratti per attività di insegnamento ai sensi dell’art. 23 della legge 30 dicembre 2010, n. 240, citato nel bando in questione.

Le chiediamo inoltre di illustrare alla RSU e alle OO.SS. come intende utilizzare tale unità di personale CEL, titolare di un contratto a tempo indeterminato.

Distinti saluti,
La RSU dell'Università di Pavia - FLC CGIL - CISL FEDERAZIONE UNIVERSITÀ - UIL RUA