FLC CGIL
http://www.flcgil.it/@3929965
Home » Notizie dalle Regioni » Lazio » Roma » Ennesimo atto di violenza all'Università Tor Vergata

Ennesimo atto di violenza all’Università Tor Vergata

Aggrediti due studenti dell’ateneo romano. Assemblea pubblica alle ore 17.

19/02/2016
Decrease text size Increase text size

Le scriventi OO.SS. e Associazioni dell’Università degli Studi di Roma Tor Vergata denunciano ed esprimono ferma condanna per l’ennesimo atto di squadrismo e di violenza avvenuto questa mattina presso il Rettorato dell’Ateneo di Roma Tor Vergata ai danni di 2 studenti di cui un rappresentante degli studenti in Senato Accademico.

Riteniamo inammissibile che venga permesso a personaggi legati ad organizzazioni notoriamente violente di compiere aggressioni ed intimidazioni all’interno dell’Ateneo. Troppo spesso , anche in un recente passato, sono state sottovalutate gravissime azioni che hanno condizionato la vita democratica dell’Ateneo.

Esprimiamo tutta la nostra solidarietà agli studenti che hanno subito la grave e vigliacca violenza da parte di un loro collega afferente al gruppo neofascista “Sempre Domani”. Uno degli studenti è stato costretto a ricorrere alle cure dei sanitari al pronto soccorso del policlinico universitario a seguito delle lesioni subite. Malgrado questi episodi non abbiano nulla a che fare con il mondo dell’Università, l’Ateneo di Tor Vergata non può considerare “estranei” alla vita accademica questi atti avvenuti al suo interno da propri studenti. 

Chiediamo al Rettore e alle Istituzioni dell’Ateneo di Tor Vergata di condannare pubblicamente questa aggressione e di porre in essere tutte le misure necessarie affinché non si conceda ad organizzazioni notoriamente violente e antidemocratiche, la possibilità di utilizzare spazi e realizzare finte iniziative finalizzate esclusivamente a mettere in atto le proprie provocazioni e aggressioni all’interno dell’ Università. L’Ateneo deve garantire il libero e sereno svolgimento della vita universitaria e della partecipazione democratica garantendo la incolumità a chi frequenta gli spazi della nostra Università.
Chiediamo inoltre al Rettore la costituzione dell’Ateneo come parte lesa.

Siete tutti invitati a prendere parte, oggi, all’assemblea pubblica alle ore 17 presso la Macroarea di Lettere (sulla “Stella”) per ribadire insieme la ferma condanna a qualsiasi forma di violenza nei luoghi della formazione, inoltre le scriventi chiedono alle autorità di Governo dell’Ateneo di garantire la piena e libera agibilità per tutte le forze democratiche e dei rappresentanti democraticamente eletti negli Organi Collegiali di Ateneo.

CGIL, CISL, UIL, USB, R29A, LINK - altro ateneo -, ADI