FLC CGIL
Elezioni RSU 2022, candidati con la FLC CGIL

http://www.flcgil.it/@3963126
Home » Notizie dalle Regioni » Emilia Romagna » Modena » Incursioni no vax–no mask nelle scuole modenesi e minacce a personale e dirigenti

Incursioni no vax–no mask nelle scuole modenesi e minacce a personale e dirigenti

Forte condanna della FLC CGIL: “Squadrismo pericoloso: intervenga la magistratura e si tuteli la sicurezza di personale e studenti”.

23/09/2021
Decrease text size Increase  text size

Comunicato stampa FLC CGIL Modena

In un anno scolastico già di per sè complicato, le incursioni No vax e No mask in alcune scuole modenesi – l’Iti Corni e l’Istituto Comprensivo 6 - e, soprattutto, le pesanti minacce e intimidazioni rivolte al personale e ai dirigenti scolastici presi di mira nelle scorse ore, creano un clima di tensione e di insicurezza che complica ulteriormente il lavoro di chi, quotidianamente e tra mille difficoltà dovute all’emergenza sanitaria, si adopera per garantire che la scuola funzioni nel miglior modo possibile e rimanga un luogo sereno e sicuro per il personale, gli studenti e le loro famiglie.

Abbiamo visto cosa corre sui canali Telegram di questi gruppi: i video delle incursioni avvenute in questi giorni in diverse scuole della città di Modena non possono essere derubricati a episodi folkloristici o a provocazione fine a se stessa, mentre i commenti che accompagnano i video fanno temere il peggiore squadrismo.

“Questi vanno curati con il piombo”, “sarebbero da prendere a mazzate”, “riempiamoli di cazzotti in testa”, solo per citarne alcuni, sono vere e proprie minacce che ricordano i tempi più bui di questo paese e fanno temere il rischio di una pericolosa escalation.

Come sindacato dei lavoratori della scuola riteniamo che tutto questo sia inaccettabile e chiediamo immediatamente alle istituzioni e alle autorità preposte di intervenire con decisione per interrompere questo delirio insensato e pericoloso.

Nel condannare fermamente questi squallidi episodi esprimiamo vicinanza e solidarietà al personale e ai Dirigenti Scolastici colpiti da questi attacchi e chiediamo alla magistratura di intervenire per fare chiarezza su quanto accaduto, chiudere i canali social che permettono il moltiplicarsi di un delirio pericoloso e, soprattutto, garantire la sicurezza e l’incolumità di chi vive e frequenta le nostre scuole per studio e per lavoro: studenti, docenti, personale tutto.

A tutti loro va l’invito a segnalare e denunciare pressioni e minacce di ogni tipo e la rassicurazione che da parte della Flc Cgil non mancheranno l’appoggio e il sostegno necessari.