FLC CGIL
Testo CCNL Istruzione e Ricerca

http://www.flcgil.it/@3900679
Home » Rassegna stampa » Locale » Napoli, Città della scienza distrutta da un incendio: area sequestrata

Napoli, Città della scienza distrutta da un incendio: area sequestrata

Il rogo si è sviluppato ieri sera dal lato del mare: sei padiglioni del museo tecnologico divorati dal fuoco.

05/03/2013
Decrease text size Increase text size
Il Mattino

NAPOLI

La Procura della Repubblica di Napoli ha posto sotto sequestro l'area della «Città della scienza» del capoluogo campano, distrutta da un incendio divampato ieri sera. La Polizia ha avviato indagini per accertare le cause del rogo che ha interessato il museo interattivo considerato tra i gioielli culturali di Napoli, oltre che uno dei suoi maggiori fattori di attrazione turistica, con una media di 350mila visitatori l'anno.

L'incendio non ha causato feriti; all'interno della struttura non c'erano persone dal momento che il lunedì è giorno di chiusura settimanale. I danni invece sono ingentissimi: restano solo i muri perimetrali mentre l'interno dei padiglioni è devastato. Il fronte del fuoco si è esteso per oltre un centinaio di metri ed è stato spento da decine di vigili del fuoco dopo ore di lavoro. Solo un edificio è stato risparmiato dalle fiamme. I vigili al momento non formulano ipotesi anche se la pista del dolo prende sempre più corpo.

Sopralluogo degli investigatori. Un sopralluogo degli inquirenti è in corso all'interno dell'area della Città della Scienza. Vi partecipano polizia, vigili del fuoco e il magistrato. L'area è stata posta sotto sequestro mentre gli uomini della Scientifica stanno effettuando ulteriori rilievi. Ancora non ci sono indicazioni chiare sulle cause del rogo che ha interessato un fronte di 12 mila metri quadrati e distrutto quattro padiglioni della struttura. L'incendio è stato completamente domato. I vigili del fuoco stanno ultimando lo spegnimento di alcuni focolai.