FLC CGIL
Iscriviti alla FLC CGIL

http://www.flcgil.it/@3806461
Home » Comunicati stampa » Comunicati FLC CGIL » Precariato: situazione allucinante! Il ministero non può continuare con il “tanto peggio tanto meglio”

Precariato: situazione allucinante! Il ministero non può continuare con il “tanto peggio tanto meglio”

E’ un trattamento indegno ed inaccettabile quello che così viene riservato al personale precario della scuola

08/06/2004
Decrease text size Increase  text size

Comunicato stampa di Enrico Panini
Segretario generale della Federazione Lavoratori della Conoscenza Cgil

Decine di migliaia di persone sono costrette in queste ore ad aggiornare le proprie posizioni, in una graduatoria che serve per lavorare, nelle condizioni peggiori: senza tempo, senza informazioni precise, con le regole cambiate in corso d’opera e a domande già completamente presentate.

E’ un trattamento indegno ed inaccettabile quello che così viene riservato al personale precario della scuola.

Addirittura, nella giornata di oggi martedì 8 giugno, esce un modulo per modificare le posizioni in graduatoria che decine di migliaia di persone dovranno consegnare entro lunedì 14 giugno!

Non si può andare avanti in questo “gioco allo sfascio” nel quale i diritti dei lavoratori sono calpestati e il funzionamento della scuola viene ridicolizzato.

Il Ministro deve intervenire, anche con strumenti urgenti, per:

  • protrarre i termini per l’integrazione dei punteggi consentendo di svolgere le operazioni nella certezza;

  • differire la data ultima per il conferimento delle supplenze e per le immissioni in ruolo impedendo così che questa situazione venga pagata dalle persone e dal servizio scolastico;

  • consentire agli interessati di rivedere domande presentate in un quadro di regole radicalmente diverso.

In assenza di una convocazione urgente delle Organizzazioni sindacali e di risposte chiare la Flc Cgil (nuova organizzazione nata dall’unificazione di Cgil Scuola e Snur Cgil) si dichiara disponibile fin da ora ad una immediata ed ampia mobilitazione unitaria dei sindacati confederali per conquistare obiettivi irrinunciabili.

Roma, 8 giugno 2004