FLC CGIL
Contro la regionalizzazione del sistema di istruzione fima anche tu

http://www.flcgil.it/@3828201
Home » Comunicati stampa » Comunicati FLC CGIL » La Regione Lazio censura i libri di testo

La Regione Lazio censura i libri di testo

Comunicato stampa di Enrico Panini

10/11/2000
Decrease text size Increase  text size

Comunicato stampa di Enrico Panini

E' di una gravità inaudita la decisione assunta dal Consiglio regionale del Lazio di sottoporre libri di testo in uso nelle scuole alla censura di una commissione.
Partendo da un elenco di libri, già candidati ad essere messi prossimamente all'indice, la delibera approvata dalla maggioranza del Consiglio Regionale colpisce l'autonomia professionale degli autori e la libera scelta che i docenti compiono nell'esercizio di una autonoma e responsabile valutazione didattica.
Così si aggrediscono i valori della nostra Costituzione.
La previsione, poi, di sostegni economici alle pubblicazioni considerate "in linea" introduce una inaccettabile pratica di sostegno alla cultura considerata amica.
In queste settimane la scuola pubblica è oggetto di continui attacchi: in alcune regioni le maggioranze politiche la vogliono privatizzare e regionalizzare, nel Lazio la si vuole bendare ed imbavagliare.
Ci opponiamo a questa delibera con tutte le nostre forze in nome dei valori dell'antifascismo, della scuola pubblica, della libertà di insegnamento intesa come responsabilità professionale.
Se la maggioranza della Regione Lazio intendesse proseguire nelle sue decisioni, lo scontro con la scuola sarà netto.

Roma, 10 novembre 2000