FLC CGIL
http://www.flcgil.it/@3941409
Home » Attualità » Fondi europei 2014–2020 » Programmi operativi nazionali » PON “Per la scuola” » PON “Per la scuola”: pubblicati gli elenchi dei progetti autorizzati sulla lotta alla dispersione scolastica e formativa

PON “Per la scuola”: pubblicati gli elenchi dei progetti autorizzati sulla lotta alla dispersione scolastica e formativa

Le scuole possono avviare le attività formative che devono concludersi entro il 31 ottobre 2017.

24/07/2017
Decrease text size Increase  text size
Vai agli allegati

L'Autorità di Gestione del PON "Per la scuola", dopo aver pubblicato con nota 27530 del 12 luglio 2017 le graduatorie definitive dei progetti relativi all’Avviso denominato “Progetti di inclusione sociale e lotta al disagio nonché per garantire l’apertura delle scuole oltre l’orario scolastico soprattutto nella aree a rischio e in quelle periferiche” (Nota 16 settembre 2016 n. 10862), con una serie di note del 13 luglio 2017 trasmesse ai vari Uffici Scolastici Regionali, ha reso noto gli elenchi dei progetti autorizzati, ripartiti per regione,

Nella Tabella che segue la sintesi dei progetti autorizzati e le risorse finanziarie previste

Regioni

Progetti autorizzati

Risorse

­­Nota autorizzativa

Basilicata

65

2.541.242,70

Prot. n. 28605 del 13/07/2017

Calabria

347

13.867.280,20

Prot. n. 28606 del 13/07/2017

Campania

860

35.091.351,40

Prot. n. 28607 del 13/07/2017

Puglia

569

23.165.877,00

Prot. n. 28616 del 13/07/2017

Sicilia

692

27.939.128,60

Prot. n. 28618 del 13/07/2017

TOTALE Regioni in ritardo di sviluppo

2.533

102.604.879,90

Abruzzo

99

3.887.556,90

Prot. n. 28604 del 13/07/2017

Molise

36

1.393.238,70

Prot. n. 28614 del 13/07/2017

Sardegna

107

4.192.407,90

Prot. n. 28617 del 13/07/2017

TOTALE Regioni in transizione

242

9.473.203,50

Emilia-Romagna

205

8.290.837,80

Prot. n. 28608 del 13/07/2017

Friuli-Venezia Giulia

66

2.636.213,20

Prot. n.28609 del 13/07/2017

Lazio

344

14.090.859,50

Prot. n. 28610 del 13/07/2017

Liguria

67

2.688.739,10

Prot. n. 28611 del 13/07/2017

Lombardia

380

15.386.990,30

Prot. n. 28612 del 13/07/2017

Marche

110

4.382.184,40

Prot. n. 28613 del 13/07/2017

Piemonte

224

8.963.549,50

Prot. n.  28615 del 13/07/2017

Toscana

221

8.985.272,70

Prot. n. 28619 del 13/07/2017

Umbria

84

3.353.714,10

Prot. n. 28620 del 13/07/2017

Veneto

157

6.206.076,50

Prot. n. 28621 del 13/07/2017

TOTALE Regioni più sviluppate

1.858

74.984.437,10

TOTALE nazionale

4.633

187.062.520,50

L’invio agli uffici scolastici regionali degli elenchi costituisce per le istituzioni scolastiche formale autorizzazione all’avvio delle attività e l’inizio dell’ammissibilità dei costi.

L’AdG ricorda che, in considerazione della razionalizzazione della rete scolastica delle regioni per l’annualità 2017/2018 e del completamento del sistema di gestione dei progetti nel sistema GPU, sarebbe opportuno che l’attuazione dei progetti iniziasse a partire dal mese di settembre 2017.

Ad ogni scuola è stata inviata una specifica nota autorizzativa che è possibile scaricare utilizzando la seguente procedura

  1. accedere alla “Gestione finanziaria” dalla home page dei Fondi Strutturali: http://hubmiur.pubblica.istruzione.it/web/istruzione/pon/2014_2020
  2. inserire le credenziali SIDI
  3. nell’area Finanziario contabile selezionare “Sistema Informativo fondi (SIF) 2020”
  4. accedere al “Menù Funzioni” in alto a sinistra
  5. selezionare la voce di menù “Fascicolo attuazione" e la sottostante voce "Lettera di autorizzazione”

La prima volta che viene scaricata la lettera gli istituti scolastici devono confermare l'avvenuta presa visione.

I progetti autorizzati dovranno essere realizzati entro il 31/08/2018. Tutta la documentazione relativa alle procedure attuate, alla registrazione delle presenze di discenti e formatori e del personale coinvolto nella realizzazione del progetto, dovrà essere inserita nella piattaforma della gestione degli interventi (GPU) utilizzando le varie funzioni presenti nello stesso sistema. La chiusura amministrativo-contabile va completata entro il 31/12/2018.

Il processo di finanziamento prevede l’erogazione di un acconto a seguito dell’avvio del progetto nel sistema informativo. I successivi pagamenti sono effettuati a rimborso delle certificazioni inviate, mentre il saldo viene corrisposto sulla base del rendiconto finale e alla conclusione dei controlli.

I progetti autorizzati sono gestiti a costi standard mediante tabelle standard di costi unitari.

A tal fine occorre ricordare che ciascun modulo si compone di:

  • un’area formativa, che comprende i costi relativi alle figure professionali coinvolte nell’attività di formazione. 
  • un’area di gestione, relativa alle spese legate all’organizzazione e alla gestione delle attività formative del progetto (Dirigente Scolastico per la Direzione, il coordinamento e l’organizzazione, il DSGA e il  personale ATA per l’attuazione, la gestione Amministrativo Contabile, Referente per la valutazione, e altro personale ecc). Quest’area comprende, inoltre, tutte le spese legate alla gestione delle attività formative previste dal progetto (materiali didattici, di consumo, uso attrezzature, spese di viaggio e rimborsi, pubblicità, ecc)
  • eventuali costi aggiuntivi (per lo specifico avviso “mensa” e Figura aggiuntiva) se richiesti.

Costi orari massimali per le varie figure coinvolte e precisazione sui costi aggiuntivi

FSE Costo orario massimo Tipologia
Esperto

€ 70,00
omnicomprensivo

Esperti con specifiche professionalità
Tutor

€ 30,00
omnicomprensivo

Circolare Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali n. 2 del 2 febbraio 2009

Tutor / figura di supporto agli studenti e all’esperto e di collegamento con il curriculo
Personale coinvolto nella realizzazione delle attività

Costo orario da CCNL del comparto scuola

Tabelle  5 o 6

Personale Interno (docenti, ATA, etc..)
Figura aggiuntiva 

€ 30,00
omnicomprensivo

figura professionale selezionata con avviso ad evidenza pubblica  in relazione ai fabbisogni dei partecipanti

Prospetto delle voci di costo del progetto

Voci di costo del progetto

Calcolo dell’importo e massimale

  • Attività  formativa – comprende i costi relativi alle figure professionali coinvolte nell’attività di formazione (esperto, tutor);

Si ottiene moltiplicando le ore di durata del modulo per il costo indicato per ciascuna delle figure professionali previste per lo svolgimento dell’attività formativa. Nello specifico il massimale del costo orario omnicomprensivo  di tutti i costi sostenuti da esperto e tutor  per effettuare le attività di  formazione è di € 70 per l’esperto e € 30 per il tutor.

  • Attività di gestione – comprende tutte le spese legate alla gestione delle attività formative previste dal progetto, ad esempio:
    1. (materiali didattici,
    2. Materiali di consumo
    3. noleggio di attrezzature
    4. spese di viaggio e, quando necessario, di soggiorno,
    5. compensi per DS, DSGA, personale della scuola,  referente per la valutazione, altro personale,
    6. pubblicità
    7. …….

Si ottiene moltiplicando le ore di durata del modulo per il numero di partecipanti per l’importo fisso di € 3,47.

  • Costi aggiuntivi – comprende costi che la scuola può richiedere. In particolare:
    1.  mensa

  1. una o più figure professionali per bisogni specifici

Mensa: Il costo della mensa può essere richiesto solo nel caso in cui la realizzazione del modulo prevede incontri pomeridiani di almeno tre ore. 

Il costo della mensa si ottiene moltiplicando il numero dei giorni di corso per allievo per € 7,00 a partecipante. Per la diversa durata dei corsi, solo nel caso di realizzazione pomeridiana, sono previste:

  • 10 giornate per il corso da 30/h
  • 17 giornate per il corso da 50/h
  • 34 giornate per il corso da 100/h

[Es. un corso da 30/h prevede 10 gg di corso (30:3) per cui si avrà 10*20(numero allievi) *7.00 per allievo = €.1.400,00

Figura aggiuntiva: il costo si ottiene calcolando che ogni partecipante potrà usufruire di 1 ora, oltre il monte ore di formazione, con figure professionali individuate dagli istituti scolastici in relazione ai fabbisogni individuati. Il costo orario è quello previsto per il tutor (30 €).

L’utilizzo dei costi standard unitari comporta la tenuta dei registri di presenza e un continuo controllo delle presenze dei partecipanti, in quanto la diminuzione delle frequenze comporterà una proporzionale riduzione dell’importo autorizzato relativo al costo dell’area gestionale

Le note autorizzative ricordano che per durata dei percorsi si intende il numero di ore di cui ogni soggetto destinatario (allievo) deve usufruire nel rispetto della proposta (numero di ore per modulo) presentata dalla scuola.

Inoltre il numero di ore di fruizione previsto per una determinata azione, richiesta dalla istituzione scolastica, deve essere garantita senza alcuna possibilità di diminuirne arbitrariamente la durata per non incorrere nella inammissibilità della spesa. Pertanto, che se il percorso formativo richiesto è di 60 ore, lo stesso non può essere suddiviso, per nessuna ragione, in due distinti percorsi da 30 ore.

Infine qualora il numero dei partecipanti scenda al di sotto del minimo (9) per due incontri consecutivi il corso deve, dopo il secondo incontro consecutivo, essere immediatamente sospeso.