FLC CGIL
Testo CCNL Istruzione e Ricerca

http://www.flcgil.it/@3953511
Home » Attualità » Fondi europei 2014–2020 » Piano Nazionale Scuola Digitale: il MIUR cerca scuole per gestire le risorse a supporto delle istituzioni scolastiche in aree a rischio e con significativi indici di disagio negli apprendimenti

Piano Nazionale Scuola Digitale: il MIUR cerca scuole per gestire le risorse a supporto delle istituzioni scolastiche in aree a rischio e con significativi indici di disagio negli apprendimenti

Scadenza ravvicinatissima per presentare la candidatura e la proposta gestionale.

18/11/2019
Decrease text size Increase  text size
Vai agli allegati

La Direzione generale per interventi in materia di edilizia scolastica, per la gestione dei fondi strutturali per l’istruzione e per l’innovazione digitale, con nota 33667 dell’11 novembre 2019, ha emanato uno specifico avviso per l’acquisizione di candidature per la gestione, in raccordo con la medesima Direzione Generale, delle risorse per garantire dotazioni e ambienti adeguati per la didattica digitale integrata. In particolare gli interventi devono essere finalizzati a supportare le istituzioni scolastiche, anche collocate in aree a rischio, che abbiano significativi indici di disagio negli apprendimenti, grazie all’utilizzo delle nuove tecnologie abilitanti.

Possono presentare la candidatura unicamente le istituzioni scolastiche statali del secondo ciclo di istruzione che abbiano una specifica esperienza e competenza nella gestione di fondi per interventi a favore di altre istituzioni scolastiche.

Le istituzioni scolastiche interessate devono presentare la propria candidatura entro le ore 15.00 del 18 novembre 2019, all’indirizzo PEC: dgefid@postacert.istruzione.it.

La candidatura deve contenere la proposta gestionale riferita a

  • la descrizione completa del modello organizzativo e delle procedure che si intendono proporre per la gestione di risorse
  • la descrizione dell’organizzazione territoriale che si intende assumere per garantire la copertura degli interventi su tutto il territorio nazionale
  • la descrizione dettagliata delle esperienze già maturate nella gestione di fondi per interventi a favore di altre istituzioni scolastiche
  • una stima dei costi generali e amministrativi necessari per la gestione del fondo.

Le candidature saranno esaminate da un’apposita Commissione di valutazione sulla base dei seguenti criteri

Criterio di valutazione

Punteggio

Qualità del modello organizzativo e delle procedure proposte

max 40 punti

Organizzazione territoriale

max 20 punti

Precedenti esperienze, svolte nell’ultimo triennio, maturate nella gestione di fondi per interventi a favore di altre istituzioni scolastiche

max 40 punti

Le candidature esaminate confluiranno in un’apposita graduatoria in ordine decrescente di punteggio.

Le istituzioni selezionate dovranno garantire, nella fase operativa, il costante raccordo con la Direzione generale per interventi in materia di edilizia scolastica, per la gestione dei fondi strutturali per l’istruzione e per l’innovazione digitale