FLC CGIL
Iscriviti alla FLC CGIL

http://www.flcgil.it/@3960365
Home » Università » AFAM » AFAM: il Ministero attiva la ricognizione degli affidamenti e degli incarichi di collaborazione per l’ampliamento degli organici dei docenti

AFAM: il Ministero attiva la ricognizione degli affidamenti e degli incarichi di collaborazione per l’ampliamento degli organici dei docenti

Dal 1° al 19 febbraio 2021. Prima misura in applicazione delle disposizioni della legge di bilancio.

28/01/2021
Decrease text size Increase  text size
Vai agli allegati

Il Ministero dell’Università e della Ricerca con nota 1387 del 28 gennaio 2021 dell’ex direzione generale per l’alta formazione artistica e musicale, comunica l’attivazione della ricognizione degli affidamenti e degli incarichi di collaborazione non rientranti nelle dotazioni organiche. Tale ricognizione rientra negli adempimenti propedeutici all’ampliamento degli organici prevista dalla legge di bilancio 2021 (legge 178/20).

A tal fine il MUR insieme a Cineca, metterà a disposizione delle Istituzioni una piattaforma nella quale sarà possibile inserire le informazioni sugli

  • incarichi di docenza esterni
  • affidamenti di insegnamenti a personale di ruolo (sia interni al monte ore, sia didattica aggiuntiva).

Le funzioni della piattaforma saranno aperte dalle ore 15:00 del 1° Febbraio 2021 e fino alle ore 15:00 del 19 Febbraio 2021.

Entro il 1° febbraio Cineca invierà il link di accesso alla sezione di inserimento e la relativa guida di supporto.

Ricordiamo che la legge di bilancio 2021 stabilisce quanto segue

  • a decorrere dall’anno accademico 2021/22 le dotazioni organiche delle istituzioni afam statali sono incrementate per una cifra pari a 12 milioni di euro per l’anno 2021 e di 70 milioni di euro a decorrere dall’anno 2022. Le risorse sono prelevate dal “Fondo per le assunzioni del personale” previsto dall’art.1 comma 854
  • gli incarichi di docenza non rientranti nelle dotazioni organiche delle istituzioni statali di alta formazione artistica, musicale e coreutica, sono ridotti in proporzione al numero di nuovi docenti introdotti in organico. A tal fine le istituzioni statali di alta formazione artistica, musicale e coreutica effettuano, entro il 1° aprile 2021, una ricognizione di tali incarichi.
  • il decreto del Ministro dell’università e della ricerca di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze che definisce i criteri e le quantità numeriche, suddivise tra personale docente e non docente, da assegnare a ciascuna istituzione, tiene conto degli esiti di tale ricognizione
  • alle istituzioni che non abbiano effettuato la ricognizione non possono essere attribuiti ampliamenti della dotazione organica.

La FLC CGIL considera queste disposizioni davvero positive ed importanti in quanto mettono insieme il rafforzamento delle istituzioni afam statali, con l’abbattimento del numero di contratti precari e la riduzione dei contributi degli studenti.