FLC CGIL
http://www.flcgil.it/@3942873
Home » Università » AFAM » AFAM: FLC CGIL, CISL Università e UIL Rua inviano unitariamente le osservazioni sullo Schema di Regolamento relativo a programmazione e reclutamento

AFAM: FLC CGIL, CISL Università e UIL Rua inviano unitariamente le osservazioni sullo Schema di Regolamento relativo a programmazione e reclutamento

Positivo l’avvio dell’iter di approvazione, ma numerose le criticità segnalate.

01/10/2017
Decrease text size Increase  text size
Vai agli allegati

La FLC CGIL, CISL Università e UIL Rua hanno inviato unitariamente le proprie osservazioni allo Schema di Regolamento su programmazione e reclutamento illustrato dall’Amministrazione nell’incontro del 22 settembre scorso.

Nel documento si sottolinea come sia un fatto molto positivo la decisione del MIUR di avviare finalmente, dopo tanti anni e tante false partenze, il percorso per dare attuazione alla parte della legge 508/99 relativa al reclutamento e alla programmazione.

Tuttavia la proposta normativa presenta numerose criticità segnalate nel documento unitario, che devono essere superate se si vuole dare vita ad un sistema di reclutamento realmente credibile ed efficiente.

La FLC CGIL, CISL Università e UIL Rua chiedono che durante l’iter di approvazione del provvedimento vi sia un costante confronto con i sindacati di settore anche attraverso la costituzione di specifici tavoli di lavoro sulle singole problematiche trattate nello schema di regolamento.

Il documento fa tesoro delle numerose proposte e sollecitazioni giunte dai lavoratori delle istituzioni AFAM, a cui va il ringraziamento della FLC CGIL.

Servizi e comunicazioni

Verso il rinnovo del contratto
Verso il rinnovo del contratto
I bandi in Gazzetta Ufficiale
1967-2017: 50 anni CGIL scuola
1967-2017: 50 anni CGIL scuola
Iscriviti alle nostre mailing list

Partecipa al gruppo di discussione dell'AFAM, invia una email a oltrela508+subscribe@flcgil.it

Partecipa al gruppo di discussione dei Lettori e CEL, invia una email a lettori+subscribe@flcgil.it

Seguici su facebook