FLC CGIL
Testo CCNL Istruzione e Ricerca

http://www.flcgil.it/@3953352
Home » Ricerca » INAPP: indetto lo stato di agitazione del personale a seguito della rottura delle trattative sul contratto integrativo

INAPP: indetto lo stato di agitazione del personale a seguito della rottura delle trattative sul contratto integrativo

Le ipotesi proposte dell’Amministrazione risultano peggiorative anche rispetto a quelle già avanzate nei precedenti incontri.

05/11/2019
Decrease text size Increase  text size

Il 4 novembre 2019 FLC CGIL, FSUR CISL, UIL SCUOLA RUA e le RSU INAPP sono state convocate per la sottoscrizione dell’ipotesi di accordo accessorio per le annualità 2017, 2018 e 2019 per il personale dell’INAPP.

Le ipotesi proposte dell’Amministrazione risultano per alcuni aspetti peggiorative, non solo rispetto a quelle già sottoscritte e contestate, ma anche rispetto a quelle già avanzate nei precedenti incontri.

Prendiamo atto che l’Amministrazione non intende assumere iniziativa ed agire in autonomia rispetto ai rilievi espressi dalla Funzione Pubblica che, a nostro parere, appaiono in contrasto con quanto previsto dalla Legge e dal CCNL. Tale blocco, nonostante le numerose convocazioni, ha impedito di fatto l’esercizio della contrattazione integrativa con riflessi evidentemente negativi e penalizzanti nei confronti del Personale dell’INAPP.

Va sottolineato che di fronte alle argomentazioni espresse dalle organizzazioni sindacali e dalle RSU, peraltro esposte in tutte le precedenti riunioni, la delegazione di Parte Pubblica non ha dato spazio ad un ulteriore confronto sui testi proposti ed ha quindi chiuso l’incontro.

In sostanza, un prendere o lasciare di cui l’Amministrazione si assume in toto la responsabilità di fronte alle lavoratrici ed ai lavoratori dell’INAPP.

Di fronte a questo atteggiamento, i sindacati non possono fare altro che indire lo stato di agitazione e condividere con il personale le ulteriori iniziative da intraprendere.

Di seguito una lettera inviata ai Ministeri vigilanti.
____________________________________________________________________________________________________________________

Al Presidente dell’INAPP
e p.c.
Al Ministro del Lavoro
Al Ministro per la Pubblica
Amministrazione
Al Ministro dell’Istruzione
Dell’Università e della Ricerca

Oggetto: Applicazione Contratto Collettivo Nazionale e Relazioni Sindacali

Le Segreterie Nazionali di FLC CGIL, FSUR CISL e Fed. UIL Scuola RUA chiedono l’immediato ripristino di corrette relazioni sindacali in INAPP. Nel corso dell’incontro del 4 novembre 2019 la Delegazione di parte pubblica INAPP costituita dal Presidente e dal Direttore Generale ha abbandonato la riunione convocata dalla stessa Amministrazione per la definizione delle ipotesi di CCNI degli anni 2017/2018/2019. La stessa Delegazione ha poi convocato una riunione con il Personale annunciando che, nelle more della definizione di un accordo, procederà autonomamente decurtando le spettanze attualmente corrisposte al Personale.

Le scriventi OO.SS. stigmatizzano l’atteggiamento della Dirigenza che nei fatti mortifica la normativa contrattuale di riferimento e denota quantomeno la difficoltà dell’Amministrazione di definire soluzioni atte alla valorizzazione delle competenze esistenti in INAPP ed a guardar bene alla gestione dello stesso Ente. Vanno a nostro parere evitate azioni unilaterali da parte dei Vertici dell’INAPP in materia di applicazione di accordi integrativi. Va inoltre sottolineato che ogni tentativo di negare la legittima rappresentanza e rapportarsi in maniera unilaterale con il Personale costituisce un comportamento lesivo delle regole previste dai Contratti e dalle Leggi.

Si chiede pertanto all’Amministrazione il ripristino di correte relazioni sindacali ed ai Superiori Organi Vigilanti, cui questa nota è inviata per conoscenza, di porre in essere le iniziative necessarie utili a valutare la correttezza dell’operato dell’Amministrazione e a riportare il necessario clima di collaborazione all’interno dell’INAPP.

E’ di tutta evidenza che le iniziative poste in essere dall’Amministrazione INAPP corrono il rischio di mettere in discussione l’assetto contrattuale dell’intero Settore Istruzione e Ricerca.

Si resta in attesa di riscontro e con riserva di successive azioni.

FLC CGIL - SFUR CISL - Fed. UIL SCUOLA RUA

Altre notizie da: