FLC CGIL
Emergenza Coronavirus: notizie e provvedimenti

http://www.flcgil.it/@3892166
Home » Notizie dalle Regioni » Calabria » Attentato di Brindisi: "reagire prontamente" è il messsaggio dei sindacati scuola della Calabria

Attentato di Brindisi: "reagire prontamente" è il messsaggio dei sindacati scuola della Calabria

Il comunicato unitario delle segreterie regionali.

19/05/2012
Decrease text size Increase  text size

FLC CGIL - CISL Scuola - UIL Scuola - SNALS Confasal - GILDA - ANP
Segreterie Regionali Calabria

Comunicato stampa

Questa mattina a Brindisi è stato perpetrato, per la prima volta, un attacco al l'Istituzione Scolastica Pubblica che è simbolo di cultura di legalità e di emancipazione sociale. Un gesto che considerare bestiale è un eufemismo e la volontà ad uccidere giovani vite rende ancora più volgare l'azione al punto da non trovare parole, aggettivi idonei a definirla.

Si è colpito il luogo del sapere e della conoscenza che sono i veri antidoti alla cultura della violenza, dell'illegalità e del malaffare. Bisogna reagire subito, tutti uniti, a tale attacco che mina profondamente la democrazia del nostro Paese.

È necessario che il mondo della scuola reagisca prontamente con le “armi” che sono proprie e cioè attraverso la discussione, la riflessione su quanto è accaduto in modo da dare una risposta ferma e decisa ai caini che hanno osato.

Pertanto le OO.SS. chiedono al Dirigente dell'Ufficio scolastico regionale, ai Dirigenti Scolastici, ai Docenti, al personale ATA delle scuole Calabresi di prevedere Lunedì mattina, durante l'orario delle lezioni, momenti assembleari, di confronto e di discussione, insieme agli studenti, per ricordare la vittima, per essere vicini alle ragazze ed ai ragazzi feriti, ai loro compagni e amici, alle famiglie. Bisogna rendere palese che la scuola ha tutti gli anticorpi per reagire alla violenza e dare speranze ai giovani che con passione e profitto la frequentano e la riempiono di vita e fantasia. C'è bisogno della scuola di tanta buona scuola pubblica.

Le OO.SS. esprimono tutta la propria vicinanza ai familiari della giovane studentessa morta nell'adempimento del proprio dovere a soli 16 anni e piena di progetti per il futuro.