FLC CGIL
Contro la regionalizzazione del sistema di istruzione fima anche tu

http://www.flcgil.it/@3826215
Home » Comunicati stampa » Comunicati FLC CGIL » Sbloccare subito le risorse contrattuali per la scuola. Subito in finanziaria certezze per i rinnovi dei contratti. Se continua il silenzio sarà sciopero!

Sbloccare subito le risorse contrattuali per la scuola. Subito in finanziaria certezze per i rinnovi dei contratti. Se continua il silenzio sarà sciopero!

Comunicato stampa di Enrico Panini, Segretario generale Federazione Lavoratori della Conoscenza Cgil

27/10/2006
Decrease text size Increase  text size

Abbiamo da tempo presentato la richiesta ai Ministri dell’Istruzione e di Funzione Pubblica che il Governo sblocchi le risorse contrattuali ancora inutilizzate, per resistenze e ritardi imputabili esclusivamente a responsabilità del Ministero dell’Economia e del Comitato di settore, per attribuirle immediatamente ai lavoratori della scuola, così come stabilito nel Contratto 2002 – 2005.

Nelle scorse settimane i sindacati confederali hanno rivendicato dal Governo un emendamento alla Legge Finanziaria per il 2007 per dare certezza ai rinnovi contrattuali:

  • sul versante dell’uso delle risorse per il 2007;

  • sul versante dello snellimento delle procedure che regolano i pareri formali sui rinnovi contrattuali per dare immediata efficacia alla sottoscrizione di un rinnovo contrattuale e tempi rapidi di utilizzazione dei risultati.

Questi giorni rappresentano lo spazio utile perché queste nostre rivendicazioni, che hanno già avuto la condivisione dei Ministri interessati, vengano accolte consentendo al tavolo contrattuale della scuola di aprirsi subito e di utilizzare le risorse oggi bloccate e consentendo l’apertura formale dei contratti per il biennio 2006 - 2007.

Se ci fossero ripensamenti, o se dovessimo registrare inaccettabili silenzi, per la FLC Cgil bisogna assumere immediatamente la decisione di andare allo sciopero nella scuola, dopo quelli già proclamati per Ricerca ed Università, perché i contratti sono un diritto irrinunciabile dei lavoratori.

Roma, 27 ottobre 2006