FLC CGIL
Contratto Istruzione e ricerca, filo diretto

https://www.flcgil.it/@3860507
Home » Università » I tagli alle Università, una proiezione della FLC Cgil

I tagli alle Università, una proiezione della FLC Cgil

Che cosa accade ad ogni Ateneo, con i tagli della Legge 133/2008 fino al 2013. Messo a confronto in una tabella l'andamento del rapporto tra retribuzioni e Fondo per il Finanziamento Ordinario.

31/03/2009
Decrease text size Increase  text size
Vai agli allegati

Nella tabella che alleghiamo si evidenzia l'andamento del rapporto tra retribuzioni e Fondo per il Finanziamento Ordinario (FFO) dal 2008 al 2013.

La tabella è necessariamente indicativa poiché alcune variabili non possono essere oggi precisamente calcolate.

Non di meno si evidenzia il trend a cui le Università italiane andranno incontro se non si interverrà
tempestivamente per ripristinare le risorse tagliate dalla Legge 133.
Peraltro la tabella è costruita in modo da presentare una lettura prudenziale: eventuali scostamenti possono solo essere in peggio.

Gli Atenei in rosso sono quelli che superano il 90% nel rapporto tra spese di personale e Fondo di Finanziamento Ordinario, quelli in rosa gli Atenei che si avvicinano pericolosamente a tale limite.
Con il superamento del 90%, per effetto della Legge 1/2009, gli Atenei in rosso subiranno il blocco totale delle assunzioni e del reclutamento.

Il sistema universitario, in assenza di correttivi sostanziali, nel giro di pochissimo tempo, si troverà nell'impossibilità di rinnovare il proprio personale che cesserà dal servizio, bruciando un'intera generazione di studiosi e condannando il Paese ad una marginalità sullo scenario internazionale ed europeo.
L'Italia sarà incapace, affossando il sistema universitario pubblico, di competere sul versante dell'innovazione, della ricerca e dello sviluppo culturale.

Roma, 31 marzo 2009

FERMIAMO L’AUTONOMIA DIFFERENZIATA!

Al via la
campagna referendaria.

APPROFONDISCI