FLC CGIL
Iscriviti alla FLC CGIL

https://www.flcgil.it/@3807731
Home » Scuola » Incarichi di presidenza: basta la laurea. Le nomine del concorso riservato.

Incarichi di presidenza: basta la laurea. Le nomine del concorso riservato.

Il giorno 21 6 2004, la Cgil Scuola, insieme con le altre Organizzazioni Sindacali, ha sollecitato il MIUR a dare tempestive risposte

22/06/2004
Decrease text size Increase  text size

Il giorno 21 6 2004, nell’ambito dell’incontro con l’Amministrazione, rappresentata dal Dott. Cosentino e dal Dott. Pagliuso,sui processi di valutazione dei Dirigenti Scolastici, la Cgil Scuola, insieme con le altre Organizzazioni Sindacali, ha sollecitato il MIUR a dare tempestive e puntuali risposte alle richieste più volte avanzate circa la certezza dei tempi nei movimenti dei Dirigenti Scolastici titolari, l’immissione in ruolo dei vincitori di concorso riservato ai triennalisti, il conferimento degli Incarichi di Presidenza.

La Cgil Scuola ha inoltre sollecitato lo scioglimento della riserva da parte del MIUR circa la possibilità, da dare ai maestri laureati, di inserimento nelle graduatorie degli incarichi di Presidenza anche se la laurea è stata conseguita nel corso dei sette anni di ruolo che sono l’altro requisito necessario per l’immissione in graduatoria.

L’Amministrazione sulle varie questioni ha annunciato che a breve sarà emanata una Nota di orientamento alle Direzioni Regionali che puntualizzerà quanto segue:

  • i candidati del concorso riservato ammessi con Ordinanza del Giudice con riserva non saranno nominati in ruolo, al pari dei candidati a pieno titolo che siano collocati in graduatoria finale dopo gli ammessi con riserva, e i posti corrispondenti saranno accantonati e non coperti fino alla sentenza definitiva del Giudice. Oppure, previo parere dell’Avvocatura territoriale dello stato (visto che le situazioni potranno essere diverse da Regione a Regione), il Direttore Regionale nominerà tutti gli aventi diritto a pieno titolo, anche quelli collocati in graduatoria dopo gli ammessi con riserva, ma con la condizione di una conferma dopo la sentenza del Giudice;

  • gli ammessi con riserva non avranno la precedenza negli Incarichi di Presidenza, come era già avvenuto l’anno scorso, anche sulla base del principio che fino a sentenza definitiva la sospensiva giudiziaria non produce effetti;

  • i maestri laureati, anche se hanno conseguito la laurea nel corso dei sette anni di ruolo, possono essere inseriti in graduatoria per gli Incarichi di Presidenza (ciò a seguito di parere favorevole dell’Avvocatura generale dello Stato che ha profilato aspetti di incostituzionalità di una interpretazione diversa della norma).

Il concorso della Regione Sicilia, sulla base di una accelerazione più volte raccomandata dalla Cgil Scuola, dovrebbe concludersi attorno al 12 luglio e non più alla fine del mese. Ciò consentirebbe di concludere le nomine dei vincitori entro metà luglio e il conferimento degli incarichi di Presidenza entro lo stesso mese di luglio.

La Cgil Scuola esprime un giudizio positivo sullo scioglimento del nodo relativo alla sufficienza del possesso di laurea anche se conseguita nel corso dei sette anni (per l’inserimento nelle graduatorie degli Incarichi di Presidenza) perché accoglie la posizione da noi sempre sostenuta, e sull’accelerazione dei tempi, mentre ritiene che tutti i vincitori di concorso partecipanti a pieno titolo debbano avere la nomina indipendentemente dalla loro collocazione in graduatoria.

Roma 22 giugno 2004

Servizi e comunicazioni

Filo diretto sul contratto
Filo diretto rinnovo contratto di lavoro
Rivista mensile Edizioni Conoscenza
Rivista Articolo 33
Ora e sempre esperienza!
Scuola: principali approfondimenti
Mobilità scuola 2018/2019
Testo Unico su salute e sicurezza integrato e aggiornato
Filo diretto sul contratto
Le funzioni nel consiglio di classe
Ricostruzione di carriera
Come si convocano i supplenti
Link utili
Logo MIUR
Logo MEF
Logo NOIPA
Logo INPS
Logo Fondo ESPERO
Logo EBINFOP
Seguici su facebook