FLC CGIL
Iscriviti alla FLC CGIL

https://www.flcgil.it/@3965508
Home » Ricerca » INFN: sottoscritto definitivamente l’accordo integrativo I-III 2017. Avvio trattativa 2019/2020 personale IV-VIII

INFN: sottoscritto definitivamente l’accordo integrativo I-III 2017. Avvio trattativa 2019/2020 personale IV-VIII

Prosegue serrata la discussione al tavolo di trattativa per recuperare l’arretrato contrattuale.

27/06/2022
Decrease text size Increase  text size

Il giorno 14 giugno 2022 si è svolto l’incontro di trattativa tra la delegazione dell’INFN e le OO.SS. nel quale sono stati affrontati i seguenti argomenti:

Sottoscrizione definitiva CCNI 2017 personale I-III (Ricercatore e Tecnologi)

Con la sottoscrizione definitiva del contratto integrativo 2017 per il personale I-III si è concluso finalmente l’iter contrattuale.

L’effetto economico di detto accordo definisce l’incremento dei valori dell’Indennità di Oneri specifici a partire dal 1/1/2017 secondo la seguente tabella:

Incremento IOS dall’1/1/2017

I LIVELLO

57

II LIVELLO

61

III LIVELLO

68

Pertanto a partire dal prossimo mese la IOS sarà adeguata ai nuovi valori e saranno corrisposti gli arretrati relativi dall’1/1/2017 al mese corrente:

I LIVELLO

3.762

II LIVELLO

4.026

III LIVELLO

4.488

Situazione CCNI 2018 personale IV –VIII (Tecnici ed Amministrativi)

La delegazione INFN ha informato le OO.SS. di avere ricevuto dai ministeri vigilanti richieste di chiarimenti sull’ipotesi di accordo sottoscritta, di avere risposto convincentemente alle richieste e verosimilmente di poter arrivare alla sottoscrizione definitiva già al prossimo incontro di trattativa. In ogni caso la notizia è che non sono state sollevate questioni relativamente alla applicazione sulla parte relativa all’art. 53.

La FLC CGIL ha chiesto che senza indugi si passi alla sottoscrizione definitiva e immediatamente si proceda all’emanazione del bando art. 53 per scongiurare che le relative procedure si possano protrarre oltre l’anno in corso con evidente danno per i dipendenti.

Avvio contrattazione integrativa anni 2019/2020

Personale IV-VIII

La FLC CGIL negli ultimi incontri di trattativa ha più volte evidenziato la necessità di ricondurre il processo negoziale all’anno presente denunciando come i ritardi nella contrattazione integrativa siano un reale danno per tutti i lavoratori.

La FLC CGIL aveva chiesto all’INFN di procedere con la costituzione formale del salario accessorio per gli anni 2019-2020-2021 e 2022, atto dovuto ed imprescindibile senza il quale non è possibile di fatto avviare una contrattazione, unitamente ai prospetti delle spese già erogate su detti fondi per le prestazioni già effettuate.

Positivamente la delegazione dell’INFN ha consegnato alle OO.SS. il prospetto degli anni 2019 e 2020 per il personale IV-VIII.

Analizzata la documentazione che ha evidenziato uno spazio economico sostanziale, la FLC CGIL ha avanzato la seguente proposta complessiva:

  1. Appostare almeno 700.000 euro per l’aumento dei valori dell’indennità di ente mensile, voce fissa e continuativa maggiormente tutelata da “scossoni normativi  e/o interpretativi del funzionario ministeriale di turno.
  2. In considerazione del fatto che i valori per tutte le prestazioni “aggiuntive” (turni, indennità galleria, reperibilità, interventi, etc) non sono state aggiornate da anni abbiamo proposto un aumento del 10% dei valori tabellati nell’ultimo CCNI (2018).
  3. Abbiamo dato la disponibilità a rivedere anche i valori delle indennità di responsabilità ricordando alla amministrazione le problematiche e le esigenze delle sezioni in tutto il territorio nazionale.

La FLC CGIL ha rappresentato conti alla mano la piena sostenibilità della proposta che tiene conto anche delle operazioni future ed in corso (art. 53) e dei relativi spazi economici necessari.

La FLC CGIL ritiene imprescindibile in ogni caso un aumento sostanziale della indennità di ente mensile che vede l’INFN quasi come fanalino di coda ti tutto il comparto.

Dall’analisi dei conti dell’anno 2020 si evidenzia un avanzo molto più ampio rispetto al precedente dovuto alle minori prestazioni erogate dal personale a causa dell’emergenza covid.

L’INFN ha anticipato in via molto generica una idea di proposta su come erogare detto avanzo la FLC CGIL ha richiesto che sia trovata una modalità di distribuzione di detto avanzo che coinvolga tutti le lavoratrici e lavoratori senza distinzione con la caratteristica di una tantum. Nelle prossime trattative sarà affrontato il punto specifico.

Personale I-III

Sostanzialmente l’INFN ha chiesto alle OO.SS. se fossero disponibili ad affrontare rapidamente la contrattazione relativa agli anni 2018-2019-2020 per detto personale senza però presentare né alcuna proposta né le rispettive quantificazioni del fondo.

La FLC CGIL, rimanendo francamente sconcertata dalla richiesta, ha ricordato che detta contrattazione è un dovere e non può essere bypassato in nessun modo e di essere quindi disponibile ad affrontare, con la dovuta documentazione, la tematica anche nella stessa riunione…

La delegazione INFN ha quindi rinviato alla prossima trattativa il punto in questione.

Presentazione manuale Timbrature

È stato consegnato alle OO:SS un manuale predisposto dagli uffici incaricati dell’INFN sull’utilizzo del sistema di rilevazioni delle presenze per tutte le fattispecie previste dal CCNL.

Il documento è attualmente allo studio per il controllo di coerenza con gli istituti contrattuali.

Nuovo disciplinare erogazione sussidi

La delegazione INFN ha informato le OO:SS. Sullo stato di avanzamento della revisione del disciplinare sussidi, che sarà oggetto di ulteriori modifiche nelle prossime riunioni del tavolo tecnico appositamente costituito.

Varie ed eventuali

Nuovo art 54 1/1/2022

La FLC CGIL ha chiesto nuovamente la quantificazione dei cessati IV-VIII degli anni 2000 e 2001 al fine di quantificare il nuovo fondo art. 90 ed emanare un nuovo bando art 54 con decorrenza 1/1/2022.

Tale richiesta era già stata avanzata nelle riunioni precedenti dalla FLC CGIL e la risposta dell’INFN era stata negativa poiché riteneva di non procedere con una ricostituzione del fondo art. 90 e bandire un nuovo art. 54, ma a valle della documentazione da noi consegnata relativa a tale operazione già effettuata in altri enti che avvalora le nostre tesi, l’INFN ha riconsiderato la propria posizione e ci ha informato di star procedendo con le ricognizioni necessarie ad avviare la discussione.

Stabilizzazioni

La FLC CGIL ha ribadito con forza la richiesta di aggiornare il PTA, scorrere tutte le graduatorie del concorso riservato comma 2 appena terminato e predisporre un nuovo bando di stabilizzazione quanto prima per dare la possibilità di partecipare al processo di stabilizzazione a coloro che sono stati esclusi fino ad ora pur avendone diritto.

Altre notizie da: