FLC CGIL
Iscriviti alla FLC CGIL

http://www.flcgil.it/@3843165
Home » Università » Stabilizzazione dei precari nelle università: Enrico Panini scrive al Ministro Mussi

Stabilizzazione dei precari nelle università: Enrico Panini scrive al Ministro Mussi

Lettera del 3 dicembre 2007 al Ministro dell'Università e della Ricerca

03/12/2007
Decrease text size Increase  text size

Il segretario generale della FLC Cgil Enrico Panini scrive al Ministro Fabio Mussi in relazione alla lettera pubblicata su Il Messaggero.

La FLC Cgil non può continuare a tollerare che i tanti, troppi precari dell'università siano tagliati fuori da ogni possibilità di vedere riconosciuto il loro lavoro e di accedere dopo anni ad un rapporto stabile.

E' già stato difficile ottenere che la stabilizzazione dei tempi determinati fosse accettata dagli atenei e dieci di essi non hanno rispettato la legge. L'università non può aspettare ancora!

Roma, 3 dicembre 2007
______________________

Lunedì 3 dicembre 2007

Mussi: precari, non c'é sanatoria

Caro Direttore, in merito all’articolo pubblicato l’1 dicembre dal titolo “Per i precari sanatoria occulta in Finanziaria”, preciso che l’articolo 146 del Disegno di Legge Finanziario attualmente in discussione alla Camera non è applicabile alle Università ma riguarda esclusivamente il personale contrattualizzato della Pubblica Amministrazione. In ogni caso al fine di evitare qualsiasi equivoco è già stato presentato un apposito emendamento alla Commissione Bilancio della Camera. Inoltre la stabilizzazione dei precari comporta l’obbligo di copertura e relativi oneri, per quanto riguarda l’Università la paventata stabilizzazione sarebbe priva di copertura.

Fabio Mussi
Ministro dell’Università e della Ricerca

_________________

Se l’articolo 146 non riguardava gli atenei, perchè presentare l’emendamento d’iniziativa del governo per escluderli? (a.ser.)