FLC CGIL
Contro la regionalizzazione del sistema di istruzione fima anche tu

http://www.flcgil.it/@3833373
Home » Università » Medici specializzandi:ancora in sciopero!

Medici specializzandi:ancora in sciopero!

La data prescelta è il 2 aprile e la FLC Cgil esprime, anche per questa ulteriore scadenza, il proprio completo appoggio a questa giusta lotta.

02/04/2007
Decrease text size Increase  text size

I medici specializzandi, dopo lo sciopero del 2 marzo scorso, ritornano in lotta

Nove anni: da tanto dura l’attesa di un contratto previsto da una legge dello stato.

Nel frattempo i medici specializzandi continuano a svolgere il loro indispensabile lavoro con un borsa di studio e senza diritti.

Dopo la riuscitissima iniziativa di mobilitazione della categoria e la firma da parte del Presidente del Consiglio dei Ministri del DPCM che destina le risorse necessarie è ancora più incomprensibile la mancanza di tempi certi nell’applicazione del contratto.

Tutto fermo, mentre paradossalmente il “contratto fantasma”, che tanti (non gli interessati) conoscono ma nessuno ha mai visto, continua ad essere oggetto dinuove Circolari dell’Inps con le quali si destinano i contributi previdenziali ad una cassa piuttosto che ad un’altra sulla base di valutazioni arbitrarie e sempre senza che sia mai stato sottoscritto un contratto.

La FLC:

  • considera non più tollerabile questa situazione a dir poco penalizzante per i lavoratori

  • rivendica l’applicazione immediata del contratto

  • rivendica la definizione di un regolamento nazionale che garantisca ai medici in formazione la fruizione didiritti individuali e collettivi.

Roma, 30 marzo 2007

Servizi e comunicazioni

Filo diretto sul contratto
Filo diretto rinnovo contratto di lavoro
I bandi in Gazzetta Ufficiale
Articolo 33, la nostra rivista mensile
Articolo 33, la nostra rivista mensile
Iscriviti alle nostre mailing list

Partecipa al gruppo di discussione dell'AFAM, invia una email a oltrela508+subscribe@flcgil.it

Partecipa al gruppo di discussione dei Lettori e CEL, invia una email a lettori+subscribe@flcgil.it

Seguici su facebook