FLC CGIL
Testo CCNL Istruzione e Ricerca

http://www.flcgil.it/@3953271
Home » Università » L’iscrizione agli albi professionali per il personale delle professioni sanitarie con vincolo di esclusività è a carico delle amministrazioni

L’iscrizione agli albi professionali per il personale delle professioni sanitarie con vincolo di esclusività è a carico delle amministrazioni

I lavoratori hanno diritto al rimborso delle spese sostenute compresi gli interessi e la rivalutazione monetaria.

28/10/2019
Decrease text size Increase  text size

L’articolo 2 comma 2 della legge 43/2006 ha imposto l’iscrizione agli albi professionali per i dipendenti pubblici esercenti le professioni sanitarie. Tuttavia, prima il Consiglio di stato, poi la Corte di Cassazione e da ultimo una sentenza del Tribunale di Pordenone hanno inequivocabilmente chiarito che il costo di tale iscrizione per i dipendenti con vincolo di esclusività è a carico delle amministrazioni.

Il personale universitario che opera presso le Aziende Ospedaliere Universitarie (AOU) o in strutture sanitarie convenzionate con l’Università può chiedere pertanto il rimborso delle spese sostenute per l’iscrizione all’Albo Professionale.

Gli interessati possono rivolgersi ai referenti della FLC CGIL presso il proprio posto di lavoro o alle nostre strutture locali e richiedere la modulistica necessaria per il rimborso, compresi gli interessi e la rivalutazione monetaria, delle spese sostenute per le iscrizioni agli albi professionali.