FLC CGIL
Testo CCNL Istruzione e Ricerca

http://www.flcgil.it/@3899781
Home » Università » Il CUN approva un documento sulle emergenze dell'Università italiana

Il CUN approva un documento sulle emergenze dell'Università italiana

Tra i temi principali il finanziamento del sistema universitario e la formazione.

31/01/2013
Decrease text size Increase  text size
Vai agli allegati

Il CUN, nella seduta del 29 e 30 gennaio 2013,  ha approvato all’unanimità un importante documento sulle emergenze del sistema universitario, affrontando le seguenti tematiche:

  • il finanziamento del sistema universitario
  • la formazione universitaria
  • la formazione post-laurea
  • il reclutamento del personale universitario
  • il finanziamento della ricerca
  • la valutazione di ricerca e didattica
  • l’accessibilità e trasparenza dei dati
  • un’autonomia con confini e spazi da ridefinire.

Il Consiglio Universitario Nazionale ritiene che tali emergenze possano portare a una crisi irreversibile, in conseguenza della quale gli Atenei non saranno più in condizione di assolvere i propri compiti istituzionali, di procedere alla formazione delle giovani generazioni, di promuovere la ricerca scientifica e di contribuire al contempo allo sviluppo e alla diffusione della cultura, valore costituzionalmente elevato a principio fondamentale della nostra Repubblica.

Nella giornata del 29 gennaio si sono svolti gli scrutini delle elezioni per il rinnovo parziale del CUN che hanno visto l’ottimo risultato dei candidati sostenuti dalla FLC CGIL.

La  prossima riunione è prevista per i giorni  12 e 13 febbraio 2013.

Servizi e comunicazioni

Articolo 33, la nostra rivista mensile
Articolo 33, la nostra rivista mensile
I bandi in Gazzetta Ufficiale
Filo diretto sul contratto
Filo diretto rinnovo contratto di lavoro
Iscriviti alle nostre mailing list

Partecipa al gruppo di discussione dell'AFAM, invia una email a oltrela508+subscribe@flcgil.it

Partecipa al gruppo di discussione dei Lettori e CEL, invia una email a lettori+subscribe@flcgil.it

Seguici su facebook