FLC CGIL
Testo CCNL Istruzione e Ricerca

http://www.flcgil.it/@3852087
Home » Università » Il CUN approva alcune mozioni e riceve una lettera dal ministro Gelmini

Il CUN approva alcune mozioni e riceve una lettera dal ministro Gelmini

La sintesi dei lavori del CUN del 9, 10 e 11 settembre 2008.

12/09/2008
Decrease text size Increase  text size

Il Consiglio Universitario Nazionale, ha approvato tre mozioni:

  • nella prima si chiede al Ministero di sollecitare e verificare l’applicazione in tutti gli Atenei delle legge di revisione degli importi minimi delle borse di dottorato, con particolare attenzione alla situazione dei dottorandi titolari di borse di studio non Miur o cofinanziate e al conferimento degli importi arretrati da gennaio 2008.

  • Nella seconda, sulla formazione degli insegnanti, il CUN, preso atto che il comma 4ter dell’art. 64 del decreto legge n. 112, 25 giugno 2008, convertito in legge il 5 agosto, dispone per l’anno accademico 2008/2009 e “fino al completamento degli adempimenti di cui alle lettere a) ed e) del comma 4” della stessa legge, la sospensione delle procedure per l’accesso alle scuole di specializzazione per l’insegnamento secondario attivate nelle Università;

tenuto conto che tale disposizione include necessariamente tutte le istituzioni a livello universitario, e quindi anche le strutture dell’AFAM in quanto danno titoli dello stesso livello;
considerato che il Ministro ha costituito con proprio decreto una commissione di lavoro per riorganizzare l’intera materia;
ha chiesto che di tale commissione facciano parte anche i rappresentanti dell’AFAM.

Contestualmente il CUN ha richiesto la sospensione di tutte le procedure di avvio dei corsi abilitanti nell’anno accademico 2008/2009 in tali istituzioni, come da nota AFAM protocollo n. 4670 del 18 giugno 2008, che evidentemente non potevano tener conto della legge successivamente intervenuta e che ad oggi risultano in contrasto con la legge sopracitata.

  • Nell’ultima si da parere favorevole all’istituzione della nuova classe di laurea magistrale a ciclo unico in Conservazione e restauro dei Beni Cultrali con una serie di specificazioni e raccomandazioni.

Il Presidente del CUN ha ricevuto una lettera, che ha portato a conoscenza dell’Aula, da parte del Ministro Gelmini in cui si richiede al Consiglio Universitario Nazionale:

  • l’individuazione di alcuni indicatori di qualità relativi all’attività scientifica e da definire in relazione ai diversi livelli concorsuali e alle peculiarità delle diverse aree scientifiche, in previsione di una revisione dei meccanismi per il reclutamento della docenza;

  • la riforma, in raccordo con la comunità accademica, dell’impianto degli attuali settori scientifico-disciplinari;

  • la revisione delle equivalenze dei titoli accademici europei ed internazionali da applicare alle “chiamate dirette”.

Praticamente nulla il Ministro dice sulla situazione devastante in cui si trova il sistema universitario dopo l’approvazione del decreto 112.

Nel suo intervento il consigliere Comanducci, pur ricordando come il CUN sia anche organo di consulenza del Ministro e che come tale debba rispondere alle sue sollecitazioni, si è detto fortemente preoccupato che il Consiglio Universitario non prenda nuovamente in esame la grave crisi introdotta nel sistema universitario dai recenti provvedimenti governativi.

La prossima riunione del Consiglio Universitario Nazionale si terrà nei giorni 7, 8 e 9 ottobre 2008.

Roma, 12 settembre 2008