FLC CGIL
Testo CCNL Istruzione e Ricerca

http://www.flcgil.it/@3842979
Home » Università » Docenza universitaria: i sindacati esprimono preoccupazione per l’attuale stato in cui versa il sistema universitario

Docenza universitaria: i sindacati esprimono preoccupazione per l’attuale stato in cui versa il sistema universitario

Comunicato unitario di FLC Cgil, CISL Università e UILPA-UR, assieme alle altre associazioni sindacali rappresentative della docenza universitaria

29/11/2007
Decrease text size Increase  text size

FLC Cgil, CISL Università e UILPA-UR, assieme alle altre associazioni sindacali rappresentative della docenza universitaria, hanno ribadito in un comunicato unitario la preoccupazione per l’attuale stato in cui versa il sistema universitario e per i ritardi accumulatisi su molti importanti provvedimenti

Di seguito il testo del comunicato unitario

Roma, 29 novembre 2007

_____________________

FLC Cgil, CISL Università, UILPA-UR, ADU, ANDU, APU,
CISAL-Università, CNRU, CNU, FIRU, SNALS-Università, SUN

Le Organizzazioni sindacali e le Associazioni rappresentative della docenza universitaria esprimono grande preoccupazione per l’attuale situazione di stallo dell’Università dovuta all’eccessivo ritardo nel varo di provvedimenti di estrema importanza - come ad esempio il Regolamento dei concorsi a ricercatore e quello per la costituzione dell’ANVUR – e nella definizione di provvedimenti ritenuti unanimemente urgenti come quelli relativi alle riforme dello stato giuridico della docenza, del dottorato di ricerca, del governo e dell’organizzazione degli Atenei e del Sistema universitario nel suo complesso, nonché all’avvio di un grande processo nazionale di ascolto e monitoraggio dei risultati della riforma della didattica.

Assieme a tutto questo, vanno rimarcati:

  • il persistere dell’insufficiente finanziamento dell’Università, notevolmente al di sotto della media dei Paesi industrializzati;

  • il grave problema del ricambio generazionale e del persistente e inaccettabile fenomeno del precariato;

  • il prolungarsi del blocco degli avanzamenti di carriera;

  • la sempre più grave carenza di personale tecnico-amministrativo che rende sempre più difficile lo svolgimento delle attività di didattica e di ricerca, compiti istituzionali dei docenti universitari.

Le stesse Organizzazioni, per quanto riguarda l’ANVUR, ribadiscono le posizioni già espresse nel documento dell’8 gennaio 2007 e in particolare l’importanza fondamentale della valutazione delle strutture e degli Atenei nel loro complesso. La valutazione dei singoli docenti deve rimanere compito della comunità scientifica nazionale, per quel che riguarda la qualificazione scientifica, e deve essere compito degli Atenei la valutazione sulle attività svolte.

Le Organizzazioni hanno esaminato i provvedimenti contenuti nel collegato alla finanziaria “Interventi per la qualità e la sicurezza del Servizio Sanitario Nazionale” e relativi alle Facoltà di Medicina. Tali norme modificano profondamente l’assetto di queste Facoltà e lo stesso stato giuridico del personale.

Le Organizzazioni esprimono profondo sconcerto per la scelta di utilizzare uno strumento improprio come il “collegato” e per l’assenza di qualsiasi preventiva consultazione della comunità universitarie e delle sue rappresentanze.

Si ribadisce, a tale proposito, che nessuna modifica normativa può fare venir meno l’autonomia didattica e scientifica di tutte le strutture universitarie.

Avendo il Ministro annunciato interventi legislativi riguardanti la cosiddetta governance, lo stato giuridico dei docenti e il dottorato di ricerca, le suddette Organizzazioni invitano il Ministro a ripristinare con urgenza il corretto e utile metodo di confronto con le Organizzazioni Sindacali e le Associazioni della docenza già adottato in precedenti occasioni.

Roma, 27 novembre 2007