FLC CGIL
Iscriviti alla FLC CGIL

http://www.flcgil.it/@3919219
Home » Università » Dal 20 al 29 gennaio si vota per il rinnovo parziale del Consiglio Universitario Nazionale

Dal 20 al 29 gennaio si vota per il rinnovo parziale del Consiglio Universitario Nazionale

Le indicazioni della FLC CGIL per il voto. Per il personale tecnico e amministrativo il nostro candidato è Claudio Musicò. Le candidature per il personale docente sostenute dal nostro sindacato.

16/01/2015
Decrease text size Increase  text size

Dal 20 al 29 gennaio 2015 si vota per il rinnovo parziale di alcune Aree del CUN. Le votazioni riguarderanno le aree: 03 - Scienze Chimiche; 05 - Scienze Biologiche; 07 - Scienze Agrarie e Veterinarie; 09 - Ingegneria industriale e dell’informazione; 10 - Scienze dell’antichità, filologico-letterarie e storico-artistiche; 12 - Scienze Giuridiche; 13 - Scienze economiche e statistiche;14 - Scienze Politiche e Sociali con l’elezione di:

  • 8 professori di I fascia (aree 03, 05, 07, 09, 10,12,13 e 14);
  • 7 professori di II fascia (aree 03, 05, 07 ,09, 10, 12,13);
  • 7 ricercatori universitari, anche a tempo determinato, (aree 03, 05, 07, 09, 10,12,13);
  • 3 rappresentanti del personale tecnico ed amministrativo.

L’elenco dei candidati è visibile sul sito del MIUR.

Per il personale tecnico e amministrativo il nostro candidato è Claudio Musicò, dipendente dell’Università di Roma Tre.

Per il personale docente la FLC CGIL non esprime un proprio candidato limitandosi a sostenere le candidature di quei ricercatori e professori universitari che in questi anni si sono distinti per il loro operato critico e progressista o che, già impegnati nel CUN, hanno lavorato per rafforzare il ruolo e le funzioni di questo organismo. In particolare, la FLC CGIL sostiene le candidature espresse per la fascia dei ricercatori anche dalla Rete29AprileStefano Acierno (area 09), Luciana Migliore (area 05), Alessandro Pezzella (area 03), Annamaria Pisi (area 07). Riterremo inoltre positiva la riconferma per la fascia degli associati di Maria Rosaria Tinè (area 03) e di Annalisa Fregolent (area 09).

Il Consiglio è l’organismo ad elezione diretta e universale di tutta la comunità universitaria ed in questi anni oltre ad aver svolto con competenza le funzioni cui è tenuto per legge ha esercitato un ruolo importante nella formulazione di pareri e proposte al Ministero, nella sensibilizzazione e informazione sui problemi del mondo universitario. Non è per caso che la Legge 240/10 (la cosiddetta riforma Gelmini) ne abbia indebolito il ruolo nel sistema nazionale di governo dell’Università privilegiando altri organismi, in primis l'ANVUR.

Le votazioni hanno luogo tra le ore 9.00 e le ore 17.00 di ciascun giorno feriale, escluso il sabato. Il giorno 29 gennaio 2013 le operazioni di voto terminano alle ore 14.00. Ogni ateneo nell'ambito dei giorni e dell'orario sopra indicati, fisserà un proprio calendario ed un proprio orario.

Il CUN, in questi ultimi 4 anni, è intervenuto su tutte le principali questioni che hanno attraversato le Università, facendosi spesso portavoce del disagio e delle difficoltà vissute dal sistema universitario. Il Consiglio Universitario Nazionale è riuscito ad influenzare alcuni comportamenti ministeriali, mitigando i danni che questo Ministero sta producendo sul sistema universitario. Particolarmente significative sono state le prese di posizione sul taglio dei finanziamenti che sta paralizzando l'Università ed il Dossier sulle emergenze del sistema universitario e i molteplici documenti con proposte di intervento sulle principali criticità di sistema.