FLC CGIL
Iscriviti alla FLC CGIL

http://www.flcgil.it/@3918419
Home » Università » CUN: dal 20 al 29 gennaio 2015 si vota per il rinnovo

CUN: dal 20 al 29 gennaio 2015 si vota per il rinnovo

Claudio Musicò è il nostro candidato per il personale tecnico-amministrativo e per i lettori/CEL

10/12/2014
Decrease text size Increase  text size

Le elezioni per il rinnovo del Consiglio Universitario Nazionale (CUN) sono state fissate in tutti gli Atenei nei giorni dal 20 al 29 gennaio 2015.

Si vota, ai sensi  della Legge 16 gennaio 2006, n. 18, per eleggere la metà della componente docente e i tre rappresentanti del personale tecnico-amministrativo.

Si deve scegliere un ordinario, un associato ed un ricercatore (anche a tempo determinato) per le Aree   03, 05, 07, 09, 10, 12, 13  più l’ordinario dell’area 14.

Per queste elezioni la FLC CGIL candida, per la rappresentanza del personale tecnico-amministrativo, Claudio Musicò.

Claudio ha 49 anni ed è dipendente dell'Università Roma Tre, categoria D.

E' stato eletto nelle RSU per due mandati nel 1998 e nel 2001 e dal 2000 al 2002 è stato il coordinatore del comitato degli iscritti della FLC di Roma Tre.

Dal 2002 al 2010  ha svolto la funzione di componente elettivo del personale TAB nel Consiglio di Amministrazione dell'Ateneo.

Dal 2010 è componente della Segreteria della FLC di Roma e Lazio prima con delega all'Università e Ricerca e attualmente con delega all'organizzazione.

Da sempre è impegnato nel sindacato, per una università pubblica e accessibile a tutti, in difesa dei diritti dei lavoratori del comparto università, Claudio proseguirà il lavoro del nostro rappresentante uscente, Renato Comanducci, che ha raggiunto il limite dei 2 mandati di incarico, nel rappresentare il personale tecnico – amministrativo.

Pur con una rappresentanza inadeguata dal punto di vista numerico, il ruolo dei rappresentanti del personale TAB può essere determinante nelle decisioni che il CUN assume così come lo è stato in questi ultimi anni.

L’impegno di Claudio Musicò sarà anche quello di ricercare sintesi e condivisione con le altre componenti del CUN,   nella consapevolezza che troppo spesso il lavoro del personale Tecnico Amministrativo e Bibliotecario nelle università è poco considerato e valorizzato.

In questi giorni depositeremo al TAR un ricorso per richiedere l’estensione del voto al personale a tempo determinato ed a quello delle Università private, immotivatamente escluso. A maggior ragione dopo la sentenza della Corte di Giustizia europea non ci possono essere ragioni per discriminare chi lavora a pieno titolo negli Atenei.

Il CUN è un organismo di rappresentanza, in cui sono presenti, su base elettiva, tutte le professionalità che operano nel mondo universitario ed è  il luogo centrale per le politiche universitarie. In questi difficili anni ha cercato di orientare in senso democratico le decisioni che venivano prese per il Sistema Universitario Nazionale.

Il Consiglio Universitario Nazionale è composto da 14 ordinari, 14 associati, 14 ricercatori, 3 tecnici-amministrativi, 8 studenti, 3 rettori, 1 preside (anche se questa figura è stata di fatto abolita dalla L. 240/2010) ed un  dirigente amministrativo.

Si tratta di un organo elettivo di rappresentanza del sistema universitario che formula pareri e proposte al Ministero dell'Università e della Ricerca, relativamente alle seguenti materie:

  • obiettivi della programmazione universitaria;
  • criteri per la utilizzazione della quota di riequilibrio del FFO;
  • criteri generali per l'ordinamento degli studi universitari, regolamenti didattici di ateneo, settore scientifico-disciplinari;
  • decreti ministeriali ed ogni altra materia che il Ministro dell'Università e della Ricerca ritenga di sottoporre al suo parere.

Per le elezioni del personale docente, così come è avvenuto nelle precedenti elezioni, la FLC CGIL non presenterà candidati ma farà convergere il proprio consenso su candidature in sintonia con le posizioni dell’organizzazione.