FLC CGIL
Emergenza Coronavirus: notizie e provvedimenti

http://www.flcgil.it/@3835095
Home » Università » Concorsi a ricercatore universitario: schema di regolamento del Ministero dell'Università

Concorsi a ricercatore universitario: schema di regolamento del Ministero dell'Università

Le osservazioni e gli emendamenti della FLC Cgil

17/05/2007
Decrease text size Increase  text size

Il regolamento si presenta come un provvedimento-ponte (“in attesa della riforma dello stato giuridico dei ricercatori universitari”, art.1 ). Non è chiaro quando tale riforma si realizzerà, talché lo stesso regolamento ha in realtà la forma di un provvedimento a regime; è quindi evidente che il modello di reclutamento da noi sostenuto, con l’introduzione della c.d. “tenure track”, non può essere inserito nel presente testo. E’ altresì chiaro, per quanto ci riguarda, che nostro obiettivo centrale è proprio la riforma dello stato giuridico e del reclutamento con la “tenure track”, e che il regolamento è un passaggio in quella direzione.

Dal testo è sparita la previsione, precedentemente presente, di una valutazione ex-post, a tre anni dall’ingresso in ruolo del personale reclutato, sull’attività e produzione scientifica dell’interessato. Come si ricorderà, nel testo precedente una valutazione negativa dava luogo ad una sanzione per l’Ateneo, che veniva a perdere una quota di Finanziamento ordinario pari alla retribuzione del docente interessato. Il meccanismo, a nostro giudizio, rappresentava un passo avanti in direzione di una responsabilizzazione diretta degli Atenei sulla qualità del reclutamento. E’ probabile che il meccanismo non piacesse a parecchie persone, ma avere cassato la norma è secondo noi un segnale sbagliato; chiediamo che si renda visibile un meccanismo di incentivo-disincentivo che incoraggi le scelte di qualità.

Occorre inoltre segnalare il fatto che esiste, tra i docenti ricercatori e associati in servizio, una forte attesa per la ripresa dei concorsi per il passaggio di fascia; non è, ovviamente, materia di regolamento sul reclutamento, ma è necessario dare una risposta equilibrata sia ai nuovi accessi sia agli avanzamenti di carriera. Chiediamo perciò che si dia corso rapidamente alla ripresa dei concorsi con le opportune modifiche rispetto alla Legge Moratti, e agli atti correlati necessari.

OSSERVAZIONI ED EMENDAMENTI FLC CGIL

Roma, 17 maggio 2007