FLC CGIL
Iscriviti alla FLC CGIL

http://www.flcgil.it/@3958868
Home » Università » AFAM » Diritto allo studio e AFAM: assegnata la prima tranche delle risorse stanziate dal decreto rilancio

Diritto allo studio e AFAM: assegnata la prima tranche delle risorse stanziate dal decreto rilancio

2,5 milioni di euro ripartiti in base al numero di studenti iscritti ai corsi accademici nel 2018/2019 per ulteriori interventi decisi autonomamente dalle istituzioni.

20/10/2020
Decrease text size Increase  text size
Vai agli allegati

Come è noto ai titoli afam di nuovo ordinamento (diploma accademici di I e II livello) si applicano le disposizioni relative alla disciplina del contributo onnicomprensivo annuale dovuto dagli studenti dei corsi di laurea e di laurea magistrale delle università statali per la copertura dei costi dei servizi didattici, scientifici e amministrativi e dei casi di esonero totale e parziale dal contributo onnicomprensivo in relazione al possesso di specifici requisiti di merito e di reddito.

Il decreto Rilancio (art. 236 comma 3 del decreto legge 34/20) ha incrementato di ulteriori 8 milioni di euro per il solo 2020 il fondo per il funzionamento amministrativo e per le attività didattiche. Il medesimo comma prevede che con decreto ministeriale siano individuate le modalità di definizione degli esoneri, totali o parziali, da parte delle istituzioni AFAM e i criteri di riparto delle risorse.

In applicazione di tali disposizioni, il Ministero dell’Università e della Ricerca ha emanato il Decreto Ministeriale 295 del 14 luglio 2020 concernente l’estensione dell'esonero totale e parziale dal contributo annuale negli istituti AFAM statali.

A questo link l’analisi del decreto.

Ricordiamo che per il 2020 le risorse sono pertanto pari a € 34.229.002 (€ 26.229.002 previsti dalla legge di bilancio 2020 e € 8.000.000 dal D.L. 34/20). Nel 2019 le risorse in termini di competenza erano pari a € 15.254.133.

Assegnazione prima tranche risorse del decreto rilancio

Il MUR nei giorni scorsi ha pubblicato la ripartizione di quota parte delle risorse stanziate dal Decreto Legge Rilancio (DL 34/20), pari a 2,5 milioni di euro, destinati agli ulteriori interventi decisi autonomamente dalle istituzioni. In base al DM 295/20, l’importo è ripartito tra le istituzioni in proporzione al numero degli studenti iscritti ai corsi di diploma accademico di primo e di secondo livello, una volta accertate le ulteriori iniziative di esonero disposte da ciascuna istituzione rispetto all’incremento della soglia di esonero totale dal contributo onnicomprensivo e all’incremento degli esoneri parziali.

In questa tabella la sintesi degli interventi

Tipologia istituzione

Assegnazione

ABA

€ 1.344.635,00

Accademia Nazionale di Arte Drammatica

€ 3.828,00

Accademia Nazionale di Danza

€ 12.692,00

Conservatori

€ 1.089.336,00

ISIA

€ 49.509,00

Totale

€ 2.500.000,00

Le eventuali risorse non utilizzate saranno ripartite tra tutte le istituzioni a ulteriore sostegno, prioritariamente, degli interventi di esonero totale ovvero degli interventi esonero parziale, in proporzione alle eccedenze delle rispettive perdite di gettito standard.